Ecco i consigli per sbrinare il parabrezza dell’auto da neve e ghiaccio senza pericoli

Ecco i consigli di un esperto di AAA, uno dei servizi di soccorso stradale statunitensi

ghiaccio parabrezza

Con l’inverno, il rischio di ritrovare l’auto coperta di neve e ghiaccio si fa più consistente e non sempre siamo sicuri di eseguire le giuste operazioni per sbrinare il parabrezza. Ecco allora alcuni consigli di Michael Calkins, manager dei servizi tecnici presso AAA, uno dei servizi di soccorso stradale statunitensi.

Innanzitutto è necessario avere tutto l’occorrente: una raschietta del ghiaccio; aiuti per la trazione, come sabbia, sale e tappetini di trazione; una pale da neve; coperte per riscaldarsi nel caso in cui la macchina si fermi; vestiti caldi, come guanti, cappelli, sciarpe, ecc.

Se prevenire è meglio curare, prendere misure proattive per ridurre la possibilità di ritrovarsi il parabrezza ghiacciato è sicuramente una buona idea. Quindi, se possibile, parcheggiare in garage. Coprire il parabrezza con un grande telo o con vecchie lenzuola ripiegate più volte o comprare un telo per il parabrezza, se si prevede una neve leggera. Un’abbondante nevicata, invece, renderebbe difficile rimuovere un telo. Assicurarsi di sistemare il telo con pesi, calamite, corde elastiche, ecc., in modo che il telo non voli via.

I teli possono essere imbevuti in una soluzione di sale e acqua per prevenire la formazione di ghiaccio. Conservare il telo umido in una busta di plastica per riusarlo in futuro. Pretrattare il parabrezza la sera prima con un prodotto per proteggerlo dal ghiaccio. Alcuni consigliano anche un pre-trattamento realizzabile a casa con un mix di 3 parti di aceto bianco e una parte di acqua. Tuttavia, i professionisti avvertono che l’aceto può provocare micro-erosioni del vetro nel tempo.

ghiaccio parabrezzaPassi da seguire se ci si ritrova un parabrezza già coperto da neve e ghiaccio

  • Riempire il serbatoio dei tergicristalli con un liquido di sbrinamento che non ghiaccerà con il freddo e può aiutare a rimuovere il ghiaccio.
  • Quando è previsto ghiaccio, sistemare un pezzo di legno e altri oggetti sotto i bracci del tergicristallo, tenendo le lame di gomma lontane dal parabrezza. Questo eviterà che congelino sul vetro.
  • Prima di tutto, avviare il motore, accendere i riscaldamenti e avviare il recircolo dell’aria, portando la temperatura al massimo.
  • Alcune auto offrono un parabrezza che si riscalda elettricamente, pulendo il ghiaccio molto rapidamente.
  • Applicare sul parabrezza uno spray, tra quelli disponibili in commercio, per lo sbrinamento del ghiaccio dal vetro. Questi spray di solito contengono metanolo, il miglior alcol per lo sbrinamento.
  • Utilizzare una raschietta di plastica, una spazzola dalle setole morbide o un lavavetri per rimuovere il ghiaccio mentre si scioglie.
  • NON USARE: nessun tipo di raschietta metallica, che può graffiare e scavare il vetro, né acqua calda, che può rompere il vetro a causa dello shock termico e che può ricongelare con il freddo.

Esempi di soluzioni fatte in casa

Un mix di alcol isopropilico (1/3) e acqua (2/3) in un contenitore spray. L’alcol isopropilico va dal 50% al 90% di purezza. Più alta è la percentuale, più alta sarà la sua capacità di sbrinamento. Alcuni suggeriscono di aggiungere poche gocce di detersivo per piatti al mix. Altri, invece, suggeriscono di tenere la soluzione in casa, in modo che sia più calda al momento dell’utilizzo.

Gli sbrinatori commerciali di solito usano il metile al posto dell’alcol isopropilico. Possono anche contenere ingredienti aggiuntivi per velocizzare lo scioglimento e la rimozione del ghiaccio. Inoltre, anche se non direttamente pericoloso per la rifinitura del veicolo, i prodotti a base di alcol possono rimuovere la cera delle auto e lasciare la rifinitura esposta agli elementi e ai prodotti chimici, come il sale sulle strade.