Alberto Angela: “Sarei potuto diventare un archeologo famoso ma mi rubarono reperti”

Alberto Angela era oggi a Firenze per la manifestazione Tourisma, il salone dei beni culturali e dell'archeologi

Sarei potuto diventare forse un archeologo famoso quando in Tanzania e in Congo trovai due pezzi molti importanti, tra cui un cranio di due milioni di anni fa. All’aeroporto pero’ rubarono una borsa, era quella con i reperti che avevo trovato, e la storia fini’ li’. Poi e’ iniziata quella come divulgatore tv“: lo ha dichiarato Alberto Angela, oggi a Firenze per la manifestazione Tourisma, il salone dei beni culturali e dell’archeologia che si è concluso al Palazzo dei congressi. Tra gli argomenti trattati le sue origini da paleontologo e le sue missioni in Africa. Ad attenderlo oltre duemila persone da tutta Italia.