Meteo Web

Bartolomeo, la nuova avventura commerciale sulla Stazione Spaziale Internazionale

Copyright Airbus

Accesso rapido allo spazio, inserimento dati ad alta velocità ed un punto di osservazione unico sono i punti di forza di una nuova avventura commerciale sulla Stazione Spaziale Internazionale. Il suo nome è Bartolomeo, e il suo design versatile consentirà molti tipi di missioni a prezzi competitivi a partire dal prossimo anno.

La Stazione Spaziale è cresciuta in dimensione durante gli ultimi 20 anni, così come il numero di piattaforme dedicate alla scienza in orbita. Tuttavia, ricercatori ed ingegneri hanno difficoltà a trovare degli slot per i propri esperimenti.

Un decennio dopo il suo lancio, il laboratorio europeo Columbus fa spazio, al suo esterno, ad una nuova piattaforma che offre un accesso economico, veloce e semplice allo spazio.

Nuovi utenti

Bartolomeo intende attrarre alla Stazione nuovi utenti europei, compresa una comunità di start-up ed imprenditori spaziali. Dal momento che le compagnie utilizzano, per il trasporto, le risorse già esistenti per la Stazione per ridurre i costi, nuove opportunità commerciali si presenteranno.

La piattaforma scientifica Kibo

Osservazione della Terra e telecomunicazioni, esobiologia e ricerca meteorologica spaziale sono aree di grande richiesta che ne trarranno beneficio.

Il servizio di missione Tutto-In-Uno Bartolomeo fornirà accesso end-to-end per carichi utili esterni verso la Stazione. Esso fornisce una vista senza ostacoli della Terra, controllo diretto degli esperimenti da terra e la possibilità di recuperare i campioni.

ESA ed Airbus Defence and Space hanno firmato oggi una collaborazione commerciale che, il prossimo anno, renderà Bartolomeo una realtà. Mentre la società europea finanzia lo sviluppo e promuove la commercializzazione, ESA supporterà il lancio, l’installazione e le operazioni.

È questa la prima volta che una partnership commerciale europea offre l’opportunità di fare scienza e dimostrare tecnologie fuori dalla Stazione.

Fuori dagli schemi, pronta all’uso

La piattaforma Bartolomeo, dal nome del fratello minore di Cristoforo Colombo, sarà montata sulla parte anteriore del modulo Columbus, a 400 km sopra la Terra. Gli utenti godranno di una capacità di invio dati di 10 Gbit/s – sufficienti per scaricare un film in alta definizione entro i 30 secondi.

L’aggancio di Dragon

La formula per le dimensioni del carico utile è flessibile. Gli utenti possono far entrare un minimo di 5 kg condividendo la corsa con altri esperimenti, o utilizzare l’intero alloggiamento di 450 kg a loro disposizione.

Bartolomeo offre 11 alloggiamenti, ed il tempo di attesa dal momento in cui un contratto è siglato ed il “pronto per il volo”, è da uno a due anni – molto più breve dei tempi di attuazione standard per gli esperimenti. Il contratto di affitto nello spazio è per un minimo di un anno.

Il lancio di Bartolomeo è previsto nel 2019 a bordo di una navetta cargo SpaceX Dragon.