Guido Bertolaso assolto “perchè il fatto non sussiste”: dopo anni di fango, adesso in tanti dovranno chiedere scusa

bertolaso

Il processo per la ‘cricca’ degli appalti del mai avvenuto G8 della Maddalena ha portato a quattro condanne e una dozzina di assoluzioni. Quelli che sono stati riconosciuti colpevoli sono l’ex presidente del consiglio superiore dei lavori pubblici, Angelo Balducci, che ha preso 6 anni e sei mesi; l’imprenditore Diego Anemone, 6 anni; l’ex provveditore ai lavori pubblici della Toscana, Fabio De Santis, 4 anni e sei mesi; l’ex generale della Gdf Francesco Pittorru che ha preso 4 anni. Completamente assolto perché “il fatto non sussiste” l’ex capo della Protezione civile, Guido Bertolaso. Molti degli altri imputati hanno usufruito poi della prescrizione del reato di corruzione. L’accusa che ha retto al passare degli anni è il reato di associazione a delinquere. L’inchiesta avviata a Firenze e poi trasmessa a Roma esplose sui media nell’autunno del 2010. I condannati hanno avuto anche una serie di pene accessorie tra cui l’interdizione dai pubblici uffici e dal contrattare con lo Stato.

Assolto. Assolto perché il fatto non sussiste, nonostante la richiesta di prescrizione. Questo vale come una doppia assoluzione. Grazie alla mia famiglia e a chi mi è stato vicino in questi otto anni. Sono innocente. Come ho sempre dichiarato. Ora lo hanno dichiarato anche i giudici“. Così l’ex capo della Protezione Civile Guido Bertolaso commenta la sua assoluzione nel processo sugli appalti per il G8 e alcuni grandi eventi.

Apprendo con gioia la notizia dell’assoluzione piena di Guido Bertolaso. Dopo otto anni di gogna mediatica si conclude questa vicenda. Nonostante la richiesta di prescrizione arriva l’assoluzione perche’ il fatto non sussiste, possiamo definirla una doppia assoluzione, che difficilmente, e parlo per esperienza personale, potra’ cancellare il calvario che Bertolaso ha affrontato in questi anni. Finalmente giustizia e’ stata fatta“. Lo dichiara in una nota Gianni Alemanno.