Human Tourism Think Tank: la necessità del fattore umano nel turismo

"Il “Tourism Think Tank”, alla sua quinta edizione, nasce da una necessità: captare negli anni un turismo evoluto"

fattore umano turismo

Cosa serve al turismo di oggi? In un mondo sempre più digitale, in cui l’interazione sociale avviene spesso con lo smartphone, il fattore umano rappresenta un elemento imprescindibile e trainante nel settore turistico. Se ne parlerà lunedì 12 febbraio 2018, a partire dalle 15, nel prestigioso Unicredit Pavilion in piazza Gae Aulenti 10 a Milano, allo “Human Tourism Think Tank-TTT 2018″. L’evento è organizzato da Lariofiere (ente partecipato dalle Camere di Commercio di Como e di Lecco, dalla Provincia di Lecco e dal Comune di Erba) in stretta collaborazione con Regione Lombardia, Unioncamere Lombardia, le Camere di Commercio di Como, Lecco, Bergamo, Sondrio e Varese, il Gruppo UniCredit e la DMO Explora con inLombardia. E con il patrocinio di Touring Club Italiano, Confcommercio Lombardia e i media partner Neos (giornalisti di viaggio associati) e Gist (gruppo italiano stampa turistica).

In questa edizione il “Tourism Think Tank” è pronto a tornare con i suoi momenti di alta formazione fatti da brevi convegni tenuti da professionalità di ambito umanistico, storico, antropologico, sociologico, psicologico, della neuroscienza e della mediazione culturale. Un’iniziativa che si propone di coinvolgere non solo gli operatori delle strutture turistiche, ma la destinazione turistica nella sua interezza, dalle infrastrutture al verde pubblico, dai trasporti ai luoghi della cultura ed in generale a tutti gli operatori che si occupano di accoglienza. Leva strategica per migliorare il processo legato all’accoglienza nella destinazione turistica, il Fattore Umano risulta determinante nel favorire la competitività del nostro sistema economico turistico sui mercati internazionali.

L’appuntamento, che si aprirà con gli interventi istituzionali, proseguirà con incontri formativi, di breve durata e alta qualità dei contenuti, e laboratori di idee (i “Think Tank”) dedicati alla valorizzazione del capitale umano nelle varie declinazioni: dal sapiente utilizzo linguistico alla cultura del sorriso, dal linguaggio del corpo alla motivazione personale, dalla comunicazione analogica alla “tailor-made experience”, senza tralasciare gli approfondimenti contrattualistici e i modelli di gestione del personale.

“Il “Tourism Think Tank”, alla sua quinta edizione, nasce da una necessità – precisa Andrea Camesasca, ideatore del format–: captare negli anni un turismo evoluto. Dalla riqualificazione delle strutture al digital, puntando quest’anno sull’essere umano, sull’intelligenza emotiva: una grande necessità improcrastinabile e doverosa per tutta la filiera del turismo. Bisogna esercitarsi all’empatia, il turismo è un’economia vera e propria. E’ l’uomo, l’umanità che fa la differenza. In un’epoca digitale è il cuore che fa la differenza, l’esperienza deve toccare tutte le corde del cuore”.

Un evento unico nel suo genere che unisce momenti di approfondimento ed elevato contenuto formativo all’aspetto più relazionale e più ricreativo. Gli interventi si svilupperanno nell’Auditorium e nella Greenhouse dell’Unicredit Pavilion dalle 15 alle 20. Seguirà un’apericena con momenti di spettacolo in collaborazione con le Regioni Lombardia e Puglia. Il termine è previsto per le 24.