Maltempo Toscana: oltre mezzo metro di neve nell’Aretino 

Maltempo Toscana: oltre mezzo metro di neve nell’Aretino 

Maltempo e neve anche in Toscana: oltre mezzo metro di neve nel territorio comunale di Badia Tedalda (Arezzo) in Alta Val Marecchia

Badia Tedalda

Oltre mezzo metro di neve nel territorio comunale di Badia Tedalda (Arezzo) in Alta Val Marecchia, e il sindaco Alberto Santucci, presidente dell’Unione dei Comuni della Valtiberina, ha chiesto alla provincia l’invio della turbina in previsione dell’arrivo di un forte peggioramento meteo previsto per domenica.

Al momento non si registrano problemi alla circolazione. Nessun problema al momento sulla E45 regolarmente aperta al traffico. Precipitazione nevose anche in Casentino sopra i 600 metri. In entrambi i casi sono in azione mezzi spargisale e spalaneve per garantire la viabilità al momento possibile con catene o pneumatici da neve.

In previsione di una moderata precipitazione nevosa che potrebbe interessare anche Livorno nel pomeriggio di domenica 25 febbraio, si è svolta oggi una riunione in Prefettura del Comitato operativo viabilità, per predisporre un piano di attenzione per rischio ghiaccio e neve.

La protezione civile del Comune di Livorno ha quindi allertato il volontariato per eventuali interventi, soprattutto nella zone collinari, e Aamps per l’eventuale spargimento di sale. In base alle attuali previsioni meteorologiche, per la giornata di lunedì 26 febbraio non è previsto alcun provvedimento di chiusura delle scuole.

Sempre a Livorno, in previsione di un ulteriore abbassamento delle temperature il sindaco di Livorno Filippo Nogarin ha firmato un’ordinanza che consente l’accensione degli impianti di riscaldamento per ulteriori 6 ore giornaliere, a partire da lunedi’ 26 febbraio. L’ordinanza rimarra’ efficace fino a tutta la giornata di giovedi’ 1 marzo.

Intanto a Pistoia, per garantire l’accoglienza ai senza fissa dimora che abbiano necessita’ di un riparo, il Comune si e’ attivato per garantire un alloggio notturno nei prossimi giorni di emergenza freddo. L’amministrazione spiega inoltre che personale del cantiere comunale, ditte esterne e le associazioni di volontariato, coordinati dalla protezione civile del Comune, sono pronti anche a intervenire in collina e montagna (fino a Orsigna) e, se necessario anche nella zona pedecollinare e in pianura con tutti i mezzi a disposizione per spargere sale o spalare la neve sulle principali strade del territorio comunale. In caso di ghiaccio sulle strade di pianura – si spiega -, gli accessi all’ospedale, stazione ferroviaria e forze dell’ordine saranno prontamente resi accessibili.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...