Vacanze ad Aquadulci, dove sorge la spiaggia più bella d’Italia, per scoprire il lato più selvaggio e naturale della Sardegna

Avvolto da un giardino mediterraneo è il luogo in cui scoprire il lato più selvaggio e naturale della Sardegna

Aquadulci Sardegna

Una terra dolce e selvaggia, in cui i colori vivi del mare, con le sue eclettiche sfumature di blu, accarezzano le sabbie bianche disegnate da dune modellate dal vento ed inebriate da essenze di elicriso, mirto e ginepro. Il carattere del Mediterraneo e la morbidezza del suo paesaggio sono parte dell’essenza dell’Aquadulci – che apre per la nuova stagione il 28 aprile 2018 – albergo immerso in un rigoglioso giardino ad un passo dalla spiaggia di Su Giudeu a Chia (CA), riconosciuta dalla Guida Blu di Legambiente la più bella d’Italia. È raggiungibile a piedi dall’albergo, tramite una passerella. Ma tante sono le spiagge che si possono scoprire a partire dalla struttura, magari concedendosi passeggiate all’alba o prima del tramonto, fermandosi per bagni tra le meraviglie del mare e per osservare le specie di uccelli rari, come i fenicotteri rosa. Oppure fare escursioni a cavallo lungo la costa, per ammirare le diverse bellezze naturali di Chia e spingersi fino al porticciolo di Teulada. Le gite in barca a vela, poi, sono esperienze da non farsi sfuggire, per rilassarsi con lo sguardo sull’acqua limpida del litorale che si fa sempre più profonda. Percorsi in mountain bike, moto, biciclette, corsi di kitesurf e windsurf, tennis e golf, sono solo alcune delle attività che si possono fare in questo angolo di natura, che ha conservato la sua purezza. I profumi della macchia mediterranea inebriano anche il giardino dell’hotel, dove troneggia una piscina con idromassaggio e dove le piante officinali della Sardegna creano l’atmosfera di una piccola oasi dedicata al benessere, dove provare trattamenti e massaggi. I colori della natura e delle tradizioni dell’isola si ritrovano anche nelle camere e suite dell’Aquadulci, come le tinte del giunco, dell’asfodelo e del salice, intrecciati per dar forma ai cesti, e le sfumature calde delle lane tessute per disegnare i tappeti, le coperte e gli arazzi. Fuori, la zona bar è ideale per sorseggiare un aperitivo o un mirto ghiacciato dopo cena. Mentre è sempre aperto il ristorante con la sua terrazza vista piscina, in cui assaporare un menu con le materie prime a km zero della gastronomia sarda: le paste fresche fatte a mano, il pescato del giorno, il prosciutto di Villagrande, la bottarga di Cabras, l’aragosta di Sant’Antioco, i pomodori Camona di Pula. Per colazione non mancano centrifugati di frutta e verdure e delizie sfornate dal pasticciere. Il prezzo è a partire da 75 euro a persona al giorno in formula B&B. Per alcune tipologie di camere è incluso il servizio spiaggia nella meravigliosa Su Giudeu.