Elezioni, altro che “Festa della Donna” e “parità di genere”: in Parlamento ci sono sempre più uomini

Piero Cruciatti / LaPresse

Appena 185 alla Camera e 86 al Senato: le donne elette in parlamento alle elezioni politiche di Domenica sono meno di un terzo. E nonostante il Rosatellum abbia introdotto una norma sull’equilibrio di genere, non c’è alcun passo avanti sulla strada della parità di rappresentanza tra i sessi. Il dato della presenza femminile in Parlamento, infatti, è in linea con la legislatura precedente: addirittura identico a Palazzo Madama, addirittura in leggera flessione a Montecitorio, dove nel 2013 le elette furono 198.

I partiti che hanno eletto meno donne sono quelli di sinistra: soltanto una, Loredana De Petris, per Liberi e Uguali al Senato, e 4 alla Camera. Il Partito Democratico, invece, ha eletto 13 donne su 59 senatori e 32 donne su 115 deputati. Un po’ meglio il Centro/Destra e il Movimento 5 Stelle. Ma nel giorno della Festa della Donna, almeno in Parlamento, c’è poco da festeggiare.

Nella foto Giusy Versace, eletta con Forza Italia.