Spazio: costruito e lanciato il primo propulsore elettrico ad aria per i satelliti

Costruito e lanciato nello spazio un propulsore elettrico in grado di utilizzare le molecole di aria presenti nella sommità dell'atmosfera come propellente

L’Agenzia Spaziale Europea ha costruito e lanciato nello spazio un propulsore elettrico in grado di utilizzare le molecole di aria presenti nella sommità dell’atmosfera come propellente: il mappatore di gravità GOCE ha volato a circa 250 km di altitudine dalla Terra per più di cinque anni, grazie ad un motore che ha sostituito i 40 km di xeno (carburante) con le molecole di atmosfera. “All’inizio abbiamo testato se il nostro propulsore possa essere acceso con lo xeno ottenuto dal generatore di particelle. Poi lo xeno è stato parzialmente sostituito con una miscela d’aria composta da azoto e ossigeno. Quando il blu della nuvola di fumo prodotta dal motore, originato dallo xeno, è cambiato in viola, abbiamo capito che il test era riuscito. Alla fine il sistema è stato acceso ripetutamente solo con il propellente atmosferico. L’esito positivo significa che il motore elettrico alimentato ad aria e’ un progetto pronto per essere sviluppato, che sara’ in futuro la base di una nuova generazione di missioni satellitari,” ha dichiarato Louis Walpot dell’Agenzia Spaziale Europea.

Al progetto ha partecipato anche un’azienda italiana, la Sitael di Modugno (Bari), che ha sviluppato un propulsore per testare il progetto.