Sud del Sudan: appello fondi per gli aiuti prima della stagione delle piogge 

Con la stagione delle piogge che si avvicina in Sud Sudan, dove una persona su tre è sfollata a causa del conflitto, l'Onu chiede un sostegno finanziario urgente per la distribuzione degli aiuti umanitari

LaPresse/Reuters

Con la stagione delle piogge che si avvicina in Sud Sudan, dove una persona su tre è sfollata a causa del conflitto, l’Onu chiede un sostegno finanziario urgente per la distribuzione degli aiuti umanitari. “A causa della pressione per le condizioni meteo stagionali, servono finanziamenti tempestivi per fornire aiuti a milioni di persone durante la stagione secca”, ha spiegato Alain Noudehou, coordinatore umanitario delle Nazioni Unite per l’Africa in un comunicato diffuso da Ocha.

La pioggia, infatti, renderebbe difficile la consegna degli aiuti, e il trasporto aereo costerebbe molto di più di quello via terra. Secondo un recente rapporto oltre sette milioni di persone – quasi i due terzi della popolazione del Sud Sudan – potrebbero soffrire una grave insicurezza alimentare tra maggio e luglio senza un’assistenza umanitaria adeguata.