Torta mimosa: origini storiche e ricetta

La torta mimosa è il dolce simbolo della Festa delle donne. Ecco le sue origini storiche e come prepararla

La torta mimosa fu introdotta a partire dai primi anni 50 ed è una ricetta italiana. La torta fu creata a Roma proprio in occasione della Festa della donna e venne concepita fin dalla sua nascita come simbolo culinario della ricorrenza femminile. Esiste però un’altra teoria sulle origini della torta mimosa, che colloca la nascita del dolce della festa delle donne a Rieti. Lì, secondo le narrazioni del tempo, l’innovativo cuoco Adelmo Renzi propose per la prima volta, nel suo ristorante, la famosa torta. Nel 1962, lo chef prese parte a un concorso di torte a Sanremo, aggiudicandosi la kermesse. La torta mimosa fu ritenuta il dessert perfetto per rendere omaggio al centro ligure, già allora noto come la città dei fiori.

Ecco la ricetta.

Per il pan di Spagna:100 g di farina 00,130 g di zucchero, 5 uova, 100 g di fecola di patate, mezza bustina di lievito per dolci in polvere, un pizzico di sale.

Per la crema pasticcera: un uovo, un cucchiaio di farina 00, una bustina di vanillina, due cucchiai di zucchero, 400 ml di latte, 150 g di panna fresca liquida, 5-6 fette di ananas sciroppato, mezzo bicchiere di succo d’ananas, un bicchierino di liquore.

Per preparare il pan di Spagna: montate i 5 tuorli d’uovo con 130 g di zucchero fino ad avere un composto gonfio e spumoso. In un’altra ciotola mescolate la farina di fecola, il lievito e un pizzico di sale. Unite i i due composti, versando i tuorli e lo zucchero, un po’ alla volta, nella farina e lievito, cercando di far amalgamare il tutto per bene. A parte: montate gli albuni a neve, unendoli al resto del composto di uova e farina,mescolando delicatamente. Versate l’impasto in una tortiera, infornando a 180° per circa 40 minuti.

Per preparare la crema pasticcera si monta l’uovo con lo zucchero e la farina e si ottiene un composto omogeneo che non deve presentare grumi. Si fa bollire il latte con la vanillina e poi lo si versa sul composto con zucchero, uovo e farina. Si mette tutto sul fornello e si mescola di continuo fino a quando la crema si addensa, poi la si lascia raffreddare. Intanto si molta la panna e quando è pronta la si unisce alla crema, ottenendo così una crema diplomatica. Si tagliano le fette di ananas sciroppato a pezzetti molto piccoli e li si mette nella crema.

Dopo che il pan di Spagna si è raffreddato, tagliatelo orizzontalmente, togliendo la parte superiore, che deve essere molto sottile,e svuotate la parte inferiore,  lasciando un bordo di circa 2 cm di spessore. Fate la  bagna con liquore (es. spruzzando del marsala) o con succo d’ananas, farcite con la crema e chiudete con la parte sottile tagliata in prededenza. Utilizzate  la crema rimasta per decorare la parte esterna della torta, realizzando delle briciole col pan di Spagna rimasto dallo svuotamento, somiglianti al fiori della mimosa, da distribuire su tutta la parte esterna della torta.