Salute mentale: frutta e verdura fresca per risultati migliori

Frutta e verdura fresca contribuiscono maggiormente alla salute mentale rispetto a frutta e verdura cotte, in scatola o lavorate

frutta e verdura

Frutta e verdura fresca contribuiscono maggiormente alla salute mentale rispetto a frutta e verdura cotte, in scatola o lavorate.

Questi sono i risultati di uno studio condotto dall’University of Otago su oltre 400 giovani di 18-25 anni provenienti da Nuova Zelanda e Stati Uniti. È stata scelta questa fascia di età poiché i giovani solitamente hanno il consumo più basso di frutta e verdura tra tutte le fasce di età e sono ad alto rischio di disturbi mentali.

La Dott.ssa Tamlin Conner, autrice principale dello studio, ha dichiarato che gli studi si sono storicamente concentrati sugli aspetti della quantità del consumo di frutta e verdura (5 o più al giorno), ma questo è il primo studio a considerare l’importanza del modo in cui i prodotti sono preparati e consumati per la salute mentale.

Conner crede che questo potrebbe essere dovuto al fatto che la cottura e la lavorazione di frutta e verdura hanno il potenziale di diminuire i livelli di nutrienti e “questo probabilmente limita il rilascio di nutrienti che sono essenziali per un funzionamento emotivo ottimale”.

Conner ha spiegato: “Controllando le covariabili, il consumo di frutta e verdura fresca prevedeva livelli più bassi della sintomatologia di malattie mentali, come la depressione, e un miglioramento dei livelli di benessere psicologico, come umore positivo, soddisfazione della vita e prosperità. Questi benefici per la salute mentale erano notevolmente ridotti per quanto riguarda frutta e verdura cotte, in scatola e lavorate. Questa ricerca è molto importante poiché gli approcci dello stile di vita, come i cambiamenti alimentari, possono fornire un metodo accessibile, sicuro e coadiuvante per migliorare la salute mentale”.

I 10 migliori cibi freschi legati ad una migliore salute mentale erano: carote, banane, mele, verdure a foglia larga (come gli spinaci), pompelmo, lattuga, agrumi, frutti di bosco, cetrioli e kiwi.