Salute: ecco perché le donne in gravidanza e i figli dovrebbero limitare il consumo di zuccheri aggiunti

Continuano ad aumentare le prove secondo cui il consumo di zuccheri può influenzare in maniera negativa lo sviluppo cognitivo dei bambini

zuccheri

Le ricerche si stanno concentrando sempre di più sugli effetti avversi del consumo di zuccheri sulla salute. Gli zuccheri aggiunti vengono introdotti nei cibi e nelle bevande durante i processi di preparazione. Ora continuano ad aumentare le prove secondo cui il consumo di zuccheri può influenzare in maniera negativa lo sviluppo cognitivo dei bambini.

I ricercatori hanno raccolto i dati sulla valutazione alimentare di oltre 1.000 donne incinte dal 1999 al 2002. L’alimentazione dei loro figli è stata valutata nella prima infanzia, mentre le loro funzioni cognitive sono state valutate a circa 3 e 7 anni d’età.

I risultati dello studio condotto da Juliana F.W. Cohen, ricercatrice del Merrimack College e dell’Harvard T.H. Chan School of Public Health, entrambi nel Massachusetts, hanno indicato che quando le donne incinte o i figli consumavano grandi quantità di zuccheri, le funzioni cognitive  durante l’infanzia erano più scarse, soprattutto per quanto riguarda memoria e apprendimento. Inoltre, anche sostituire le bevande zuccherate con bevande dietetiche durante la gravidanza sembrava avere effetti negativi.

Questi risultati indicano che consumare più frutta e meno zuccheri, così come evitare bevande dietetiche durante la gravidanza, può avere una notevole influenza sullo sviluppo cognitivo del bambino. Il consumo sia di fruttosio che di frutta nella prima infanzia era associato a punteggi cognitivi più alti in diverse aree. La frutta era associata anche a migliori capacità motorie nella prima infanzia e all’intelligenza verbale nella media infanzia. Il consumo di succhi di frutta non era associato a risultati cognitivi migliori, il che potrebbe suggerire che i benefici provengono da altri aspetti della frutta e non dal fruttosio stesso.