Come lucidare e dare una nuova vita ai vostri marmi

Il marmo è un materiale molto pregiato, presente nelle abitazioni di tantissimi italiani sia come elemento di pavimentazione, sia come componente di arredo. Apprezzato per la sua solidità e per la sua lucentezza, necessita di una periodica “manutenzione” che possa permettere a tutti i suoi “fruitori” di poterne godere la bellezza nel lungo termine, ed evitando così che il passare degli anni possa determinare danni più o meno significativi.

Fermo restando che la migliore opportunità per poter dare una nuova vita ai vostri marmi è certamente quella di ricorrere al supporto di esperti come quelli che potete trovare su https://www.lucidaturamarmiroma.it/, considerato che ogni marmo necessita di un trattamento specifico (anche preventivo), di seguito abbiamo avuto modo di riepilogare alcuni consigli per poter contrastare la “tipica” opacizzazione e, di conseguenza, mediante una serie di piccoli accorgimenti, lucidare il marmo prima che diventi esteticamente non impeccabile.

In tale ambito, il primo consiglio che vogliamo condividere con voi è certamente quello legato all’uso di un comune detergente casalingo come il sapone di Marsiglia. Tenete infatti in debita considerazione che, come gli esperti sapranno certamente ribadirvi, il marmo deve essere trattato con detergenti delicati, che possano agire senza provocare danni, a volte irreversibili. In questo senso, il sapone di Marsiglia è certamente indicato: sarà sufficiente prendere una spugnetta, immergerla nell’acqua tiepida e nel sapone di Marsiglia, e passarla sulle superfici marmoree con movimenti circolari non troppo energici.

Se poi volete procedere alla lucidazione, il marmo bianco potrà essere reso ancora più luminoso attraverso l’utilizzo di acqua ossigenata: un elemento comune e probabilmente già presente nelle vostre abitazioni, che toglierà il tipico ingiallimento determinato dal passare degli anni, e potrà riportare il materiale nella sua tonalità originale. Una volta utilizzata l’acqua ossigenata, risciacquate la superficie.

Se invece il vostro marmo non è bianco, ma ha una tonalità scura, un rimedio casalingo abbastanza efficace è quello di sciogliere in un litro di acqua un cucchiaino di aceto bianco e uno di detersivo delicato per la lavatrice. Prendete una spugnetta, immergetela in questa soluzione e poi strofinate in maniera delicata sulla superficie. Successivamente, risciacquate bene, senza lasciare residui.

Detto ciò, concludiamo questo breve approfondimento sulla pulizia e sulla lucidatura del marmo ribadendo quanto sia importante ricorrere alla consulenza di un esperto in materia. Il rischio che spesso si corre è infatti quello di considerare il marmo come una superficie ultra-resistente e in grado di non temere nessun contatto con varie sostanze. In realtà, non è affatto così: l’uso di materiali abrasivi o di sostanze chimiche troppo aggressive potrebbe infatti contribuire a graffiare in maniera irrimediabile la superficie da pulire.

Pertanto, se proprio volete procedere a una pulizia fai-da-te del marmo, abbiate cura di farlo rispettando tutte le indicazioni di cautela, ed evitate di sottovalutare il pericolo determinato dall’utilizzo di prodotti troppo aggressivi. In caso di dubbi o in caso di marmo già rovinato o la cui opacizzazione non sembra essere stata risolta dall’uso di un rimedio casalingo, è ancora più opportuno contattare un esperto.