Medici Cattolici: gravi rischi per salute dal Gasdotto Snam

Le polveri sottili prodotte dalle centrali di compressione con la combustione del gas possono provocare patologie gravi come cancro, ictus cerebrale, infarto del miocardio

Le polveri sottili prodotte dalle centrali di compressione con la combustione del gas possono provocare patologie gravi come cancro, ictus cerebrale, infarto del miocardio e respiratori e fenomeni allergici o modificazioni genetiche ed epigenetiche. L’allarme sulla realizzazione della centrale Snam a Case Pente viene rilanciato dall’associazione dei Medici Cattolici alla vigilia della manifestazione di sabato prossimo 21 aprile.

“La conformazione dell’orografia particolare della Valle Peligna, inoltre, caratterizzata da ridotta capacita’ di ricambio d’aria e dalla presenza dell’inversione termica (fenomeno che si verifica nelle valli montane alpine ed appenniniche e che favorisce il ritorno dei fumi a livello del terreno), determina un maggior tempo di ristagno delle sostanze nocive derivanti dalla combustione dei gas, e quindi una piu’ elevata esposizione delle popolazioni umane, animali,vegetali ai rischi connessi alla loro presenza” precisa Luca Pupillo, presidente dei medici cattolici Amci.

“Sulla base della letteratura scientifica esistente, consapevoli dei pericoli per la salute pubblica di questo tipo di impianti e dei conseguenti costi in termini di sofferenze umane e di spesa sanitaria, l’associazione Medici Cattolici Italiani della Diocesi di Sulmona-Valva, nella convinzione che occorra risvegliare le coscienze cristiane alla luce dell’Enciclica “Laudato Si” di Papa Francesco, esprime la propria preoccupazione per la costruzione della Centrale Snam e sostiene i comitati organizzatori della manifestazione” continua l’Amci invitando tutti a non dimenticare che “nelle ‘umane cose’ sono i sofferenti, i deboli e i piu’ bisognosi a patire gli effetti delle ‘scelte errate'”.