Salute, da Zumba a Spinning: la guida fitness ‘su misura’ per i medici

Un'attività sportiva diversa per ogni specializzazione medica: Consulcesi Club insieme al circuito Fitness Network Italia ha stilato una guida per orientare i camici bianchi nella scelta sportiva più adatta

Un’attività sportiva diversa per ogni specializzazione medica: tra pilates, walking, striding e zumba, Consulcesi Club insieme al circuito Fitness Network Italia ha stilato una guida per orientare i camici bianchi nella scelta sportiva più adatta alle loro esigenze.

Per i medici di medicina generale e ginecologici “si prescrivono” pilates e yoga per un approccio “Body & mind”, che comprende anche la ginnastica dolce o posturale e il risveglio muscolare: discipline che aiutano a liberarsi dallo stress, correggere la postura, riprendere l’attività dopo tanto tempo, prevenire dolori articolari o allenarsi anche avendo patologie specifiche

Per gli ortopedici si raccomanda la Gyrokinesis, ideale in quanto lavora su tutto il corpo e si sviluppa attraverso i movimenti naturali della colonna vertebrale: avanti, dietro, destra, sinistra, torsione destra, torsione sinistra e movimento circolare. Il tutto donando forza, flessibilità ed equilibrio.

Per rilassarsi Consulcesi e Fitness Network Italia consigliano ai i chirurghi Striding, Walking e Indoor Cycling, tutte attività caratterizzate da un discreto impatto fisico, che aiutano comunque a rilassarsi e a svuotare la mente. Le lezioni, infatti, vengono spesso accompagnate dalla proiezione di ambienti naturali su maxi schermi.

Per i medici ospedalieri a rischio aggressioni il consiglio è quello di seguire corsi di autodifesa specifici come il Krav Maga, tecnica di autodifesa di origini israeliane che si concentra anche sulla protezione di terze persone. Gli anesististi-rianimatori, infine, possono liberarsi dallo stress a ritmo di zumba oppure allentare la tensione frequentando un corso di aerobica.