Maltempo, ciclone in Tunisia: forti raffiche di vento sferzano la Sicilia, feriti e danni tra Ragusa, Catania e Gela

Numerosi interventi per i danni causati dal forte vento che imperversa in Sicilia: si segnalano vari disagi soprattutto tra Ragusa, Catania e Gela

I vigili del fuoco sono impegnati in numerosi interventi per i danni causati dal forte vento che imperversa in Sicilia: si segnalano vari disagi soprattutto tra Ragusa, Catania e Gela. Innumerevoli le richieste di intervento per alberi e rami sulla sede stradale, pali della pubblica illuminazione e insegne pubblicitarie divelte.

I territori maggiormente interessati sono Ragusa Città, Ragusa Ibla Marina di Ragusa, Vittoria, Scoglitti, Comiso, Acate. I Sindaci, per far fronte alle esigenze dei cittadini, in considerazione anche delle previsioni meteo, hanno attivato il presidio operativo ed il presidio territoriale, previsto dalle ordinanze del dipartimento Nazionale e Regionale di Protezione Civile. Il vento ha costretto alcuni voli diretti a Comiso ad atterrare a Catania. Disagi per il traffico aereo anche all’aeroporto Fontanarossa con alcuni voli dirottati e altri in ritardo.

A Catania tutte le squadre dei vigili del fuoco della provincia sono impegnate per numerose situazioni critiche: da questa mattina sono stati portati a termine quasi 80 interventi di soccorso ed altrettanti sono in attesa di essere affrontati e ultimati. Particolarmente colpite dai danni provocati dal vento Catania Nord, le aree pedemontane, Belpasso, Paternò e la zona del Calatino.

Il vento sferza la Sicilia, feriti a Gela e Caltagirone

Caltagirone (Catania)

Il custode di un cantiere nell’area industriale di Gela è rimasto ferito per il cedimento di un cancello provocato da una forte raffica di vento: il 54enne è stato trasportato in ospedale dove è stato ricoverato in prognosi riservata per una serie di traumi, ma non risulta in pericolo di vita.

Si segnala un ferito anche a Caltagirone sferzata da raffiche che hanno sradicato alberi. Una pensilina è finita su un’auto: il conducente ha riportato lesioni giudicate guaribili in trenta giorni.

“Colpo fatale alle aziende agricole del sud-est siciliano”

Dopo il danno la beffa. Le forti raffiche di vento delle ultime ore hanno assestato il colpo fatale alle aziende agricole del sud-est siciliano, gia’ in ginocchio per la spietata concorrenza straniera che ha lasciato invenduta gran parte della produzione orticola. Parecchie serre sono state spazzate vie, molte altre hanno subito danni gravi. Lunedi’ disporro’ una dettagliata relazione da parte dei competenti Ispettorati per delimitare le aree colpite e chiedere le provvidenze previste per le calamita’“: lo ha dichiarato il presidente della Regione, Nello Musumeci.