FAO: dal 29 al 31 maggio un confronto sull’impatto dell’agricoltura sulla biodiversità e possibili soluzioni

La biodiversità del pianeta si trova oggi ad affrontare una serie di gravi minacce

Da martedì 29 a giovedì 31 maggio, esperti, esponenti governativi e policymakers si riuniranno presso la FAO per discutere soluzioni che permettano di migliorare la capacità del settore agricolo (inclusi il settore dell’allevamento, forestale, ittico e dell’acquacultura) di preservare la biodiversità delle specie e degli ecosistemi dai quali la vita umana dipende.

La biodiversità del pianeta – intesa sia come diversità genetica a livello di organismi, sia come diversità delle specie e degli ecosistemi – si trova oggi ad affrontare una serie di gravi minacce.

Il modo in cui produciamo il nostro cibo porta con sé diverse problematiche. Pratiche agricole non sostenibili hanno un impatto incalcolabile sulla biodiversità, sugli ecosistemi e sui molti benefici di cui essi sono portatori.

Con sole 10 specie vegetali e 5 specie animali che rappresentano la fonte primaria di energia alimentare per l’uomo, la perdita di biodiversità mette a rischio la sicurezza alimentare stessa.
Affidarsi a un numero tanto ridotto di specie aumenta la vulnerabilità del settore agricolo e dei sistemi alimentari a minacce come il cambio climatico.

Durante l’evento saranno presentati ad un ampio spettro di stakeholder esempi su come l’agricoltura, la pesca e il settore forestale possono tutelare con successo la biodiversità.

Gruppi di lavoro si concentreranno su come integrare la biodiversità nel settore agricolo attraverso differenti canali: governance globale, politiche e legislazioni nazionali, investimenti e incentivi finanziari, filiere di approvvigionamento.

All’apertura del “Multistakeholder Dialogue on Biodiversity Mainstreaming across Agricultural Sectors” interverranno:

  • José Graziano da Silva, Direttore Generale della FAO
  • Khaled Fahmi, Ministro dell’Ambiente, Egitto
  • Erik Solheim, Direttore Esecutivo, Agenzia ONU per l’Ambiente
  • Josefa Leonel Correia Sacko, Commissario dell’Unione Africana per l’Economia rurale e l’Agricoltura
  • Cristiana Paşca Palmer, Segretario Esecutivo, Convention on Biological Diversity

Giovedì 31 maggio una tavola rotonda di alto livello vedrà la partecipazione di alti rappresentanti di diversi ministeri dell’agricoltura e dell’ambiente. E’ prevista la partecipazione del ministri di: Brasile, Costa Rica, Egitto, Ungheria, Messico, Senegal e Svizzera (da confermare).

L’evento è organizzato dalla FAO in collaborazione con Convention on Biological Diversity.