Marina Militare: nave Alpino in sosta a Baltimora dal 27 al 30 maggio

Nave Alpino, consegnata alla Marina Militare il 30 settembre 2016, è la quinta unità Fremm e la quarta in versione “antisommergibile”

Nave Alpino

La fregata europea multi missione (Fremm) della Marina Militare Alpino ha ormeggiato oggi a Baltimora, dove sosterà fino al 30 maggio presso il Pier Under Armour.

Lunedì 28 maggio in occasione del Memorial Day, giorno nel quale negli Stati Uniti d’America si rende omaggio e si commemorano i soldati americani caduti di tutte le guerre, verrà celebrata una messa a bordo cui prenderà parte una comunità italiana locale.
Mercoledì 30 maggio il comandante della nave, Capitano di Fregata Davide Da Pozzo, terrà una conferenza stampa a bordo durante la quale sarà presentata la nave e la Campagna in Nord America 2018.

Nave Alpino, consegnata alla Marina Militare il 30 settembre 2016, è la quinta unità Fremm e la quarta in versione “antisommergibile”. Si tratta di una Nave allestita con sistemi tecnologici all’avanguardia e di ultimissima generazione. La campagna oltreoceano, il confronto e le attività congiunte con Marine amiche e alleate, costituiscono una preziosa occasione di addestramento, utile a mantenere elevati i livelli di cooperazione per il rafforzamento dei rapporti con gli alleati trans-regionali.

Nave Alpino garantirà una presenza qualificata e tecnologicamente rilevante in diversi Paesi con cui l’Italia intrattiene importanti rapporti politico-diplomatici, economici e di attività di cooperazione militare. Le attività che verranno condotte si inquadrano, più in generale, all’interno dei compiti istituzionali che la Marina Militare, senza soluzione di continuità, assicura al nostro Paese e alla collettività in tutte le aree di interesse strategico, garantendo una concreta presenza navale finalizzata al sea-control, alla sicurezza delle linee di comunicazione commerciale (Sea Line of Communication – SLOC), alla vigilanza sulle attività marittime nazionali, alla deterrenza e contrasto alle attività illegali in alto mare, alla cooperazione internazionale e all’addestramento.