Nasce spazioporto per voli suborbitali, test in Sardegna

"Il protocollo apre la strada all'utilizzo di infrastrutture militari per attività di tipo civile quali ad esempio lo sviluppo di uno spazioporto per voli suborbitali"

Uno spazioporto per voli suborbitali e il decollo del Sardinia UAV Test Range: si tratta di 2 progetti che d’ora in avanti potranno essere sviluppati anche grazie all’accordo quadro tra il Ministero della Difesa e il Distretto aerospaziale Sardegna (Dass) per attivita’ in campo spaziale e aerospaziale di tipo civile.

Questa iniziativa consentira’ alle nostre organizzazioni di valorizzare le capacita’ spaziali e aerospaziali della Difesa anche per uso civile a scopi civili, a beneficio del Sistema Paese in generale“, dichiara il capo del IV reparto, generale Roberto Comelli. Sardegna con un alleato in piu’.

Siamo molto soddisfatti perche’ il protocollo apre la strada all’utilizzo di infrastrutture militari quali l’aeroporto di Decimomannu-Villasor e il poligono interforze di Salto di Quirra per attivita’ di tipo civile quali ad esempio lo sviluppo di uno spazioporto per voli suborbitali come pure il decollo del Sardinia UAV Test Range per test e certificazioni di droni ad ala fissa o rotante. Da tenere in evidente considerazione anche le importanti ricadute occupazionali che certamente si avranno e che consentiranno di rafforzare la presenza dell’isola nella ‘space economy’ nazionale e internazionale,” sottolinea il presidente del Dass, Giacomo Cao.

Il protocollo d’intesa ha durata quinquennale e riguarda lo svolgimento di attivita’ di studio, sviluppo e sperimentazione.