Tenerife, allerta per il vulcano Teide: 270 terremoti in 10 giorni accendono...

Tenerife, allerta per il vulcano Teide: 270 terremoti in 10 giorni accendono le paure di un’eruzione

Il vulcano Teide, che rappresenta la vetta più alta della Spagna e la terza struttura vulcanica più alta del pianeta dopo il Mauna Loa e il Mauna Kea delle Hawaii, ha eruttato per l’ultima volta nel 1909

vulcano Teide Tenerife

Le Canarie sono state colpite da una raffica di terremoti negli ultimi giorni. Le scosse hanno creato il panico sulle isole perché un’intensificazione dell’attività sismica potrebbe essere il segno che il vulcano Teide di Tenerife è pronto ad eruttare. Gli esperti suggeriscono che i terremoti sono stati causati da una faglia sottomarina tra le due isole.

Il vulcano Teide, che rappresenta la vetta più alta della Spagna e la terza struttura vulcanica più alta del pianeta dopo il Mauna Loa e il Mauna Kea delle Hawaii, ha eruttato per l’ultima volta nel 1909. Ogni anno fino a 3 milioni di turisti visitano il vulcano e il suo cratere ampio 80 metri.

Emilio Carreño, direttore della Rete Sismica Nazionale dell’Istituto Geografico Nazionale della Spagna, ha dichiarato che la scossa più forte ha raggiunto una magnitudo di 3.2 sulla scala Richter a 35 km da Puerto La Luz, porto commerciale e turistico di Las Palmas.

vulcano Teide TenerifeCarreño ha aggiunto che la maggior parte dei terremoti registrati negli ultimi giorni sono stati di origine tettonica e “non sono generalmente associati alla vulcanologia” o all’attività vulcanica che in origine ha dato forma all’arcipelago. E ha aggiunto: “Al momento nella penisola ci sono parecchi posti in cui queste serie di scosse vengono osservate, durante un singolo mese è comune registrare tra i 100 e i 600 terremoti in aree come quella di Jódar  o di Jaén, che possono vivere 400-500 terremoti allo stesso tempo”.

Alcuni esperti hanno minimizzato il collegamento tra l’aumentata attività geologica nella regione del vulcano Teide e la sua possibile eruzione. Mike Burton, Presidente di vulcanologia dell’University of Manchester, ha spiegato: “C’è molta sismicità tettonica nelle Canarie a causa del movimento delle placche che non produce direttamente un’attività vulcanica, e ci sono alcune località sismiche nel sud-est di Tenerife che sono in linea con questo. Prima di un’eruzione a Tenerife o in qualunque altra isola delle Canarie ci sarebbero chiari segnali nella sismicità, nel gas e nella deformazione del suolo. Questi non sono segnali di questo tipo”.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...