Terremoto: dalla fondazione Principe Carlo impegno per una nuova Amatrice

Si è conclusa la visita in Gran Bretagna del sindaco facente funzione di Amatrice, Filippo Palombini, che ha incontrato il Principe Carlo e la delegazione della Prince's Foundation

LaPresse/Fabio Cimaglia

Si è conclusa la visita in Gran Bretagna del sindaco facente funzione di Amatrice, Filippo Palombini, che ha incontrato il Principe Carlo e la delegazione della Prince’s Foundation. Il primo cittadino del borgo reatino distrutto dal terremoto del 2016 si è recato in visita a Poundbury, invitato all’incontro annuale dei vertici della Fondazione.

“Molto interessante la visita al nuovo quartiere di Dorchester, Poundbury – ha detto Palombini, a margine dell’incontro – costruito e progettato tra tradizione, innovazione e sostenibilità  sociale. Molto positivo anche l’incontro con il progettista del master plan, Leon Krier. La Fondazione del Principe collaborerà con il progetto di Amatrice e sono stati definiti i dettagli della collaborazione e un primo programma. Il Principe Carlo in persona mi ha assicurato la volontà della sua fondazione di accompagnarci in questo percorso ora e nel futuro. E’ una bellissima notizia. Torno molto soddisfatto”.

Presto verrà presentato un programma operativo di lavoro – ha aggiunto i professor Giuseppe Amoruso, del Politecnico di Milano, che coordinerà  il programma annuale di Intbau – Il Principe si è congedato augurandosi che la visita sia stata utile: sono stati presentati i progetti in corso da parte della Prince’s Foundation. Interessante l’incontro tra il sindaco-ingegnere e il progettista di Poundbury Leon Krier”.