Ambiente: a Milano il contatore ambientale per benefici differenziata 

Dal prossimo autunno partirà a Milano il Contatore ambientale tramite il quale si potrà conoscere esattamente quali e quanti vantaggi genera il corretto trattamento dei rifiuti

LaPresse/Claudio Furlan

Dal prossimo autunno partirà a Milano il Contatore ambientale tramite il quale si potrà conoscere esattamente quali e quanti vantaggi genera il corretto trattamento dei rifiuti. Questo strumento, presentato oggi a Palazzo Marino, sarà presente sul sito dell’amministrazione ed è frutto della collaborazione tra il Comune di Milano, Conai, Amsa, A2A Ambiente e Amat che oggi hanno firmato un protocollo di intesa.

Il contatore permetterà di conoscere precisamente quanta acqua o emissioni di Co2 vengono risparmiate, quanto compost viene creato dal materiale organico, quanto vetro, alluminio, acciaio, carta, cartone, legno e plastica vengono riciclati e riutilizzati e dunque quante e quali materie prime vergini vengono risparmiate.

“L’attivazione del Contatore è un passaggio importante per le politiche ambientali del Comune di Milano – ha commentato l’assessore alla Mobilita’ e Ambiente Marco Granelli -, perché restituisce ai cittadini la piena consapevolezza di quanto una intelligente gestione dei nostri rifiuti sia utile a tutti, in termini non solo ecologici ma anche economici”.

Oggi la percentuale di raccolta a Milano è arrivata al 55,6%, un risultato che pone la città al vertice tra le metropoli europee insieme a Vienna e che fa ben sperare rispetto all’obiettivo del 60 per cento fissato dall’amministrazione per il 2020. La raccolta differenziata inoltre è attiva in 67 mercati comunali, l’estensione del servizio al 100% dei mercati e’ prevista entro il 2019.