Arriva il Climate Data Store, una banca dati accessibile a tutti che raccoglie i dati climatici passati, presenti e futuri

Questa banca di dati attinge all’enorme quantità di dati sulla Terra raccolti dal programma Copernicus

cambiamenti climatici

Oggi, 24 giugno, è stato lanciato Climate Data Store (CDS), una banca dati dedicata completamente ai dati climatici del passato, del presente e del futuro. Si tratta di uno strumento gratuito ed utilizzabile da tutti che migliorerà l’accesso a dati scientifici e applicazioni per sfruttare al meglio le osservazioni della Terra e della climatologia.

La banca dati del CDS è sviluppata dal servizio per i cambiamenti climatici di Copernicus, il programma faro di osservazione della Terra della Commissione Europea che fornisce agli utenti informazioni attendibili e aggiornate sulle questioni ambientali. Questo significa che tale banca di dati attinge all’enorme quantità di dati sulla Terra raccolti dal programma Copernicus.

Il CDS è uno strumento basato su cloud che consentirà a responsabili delle politiche, imprese e scienziati di consultare e combinare online petabyte di dati grezzi, di creare applicazioni, mappe e grafici online in tempo reale e di accedere a tutti i dati climatici rilevanti premendo un pulsante.

Il CDS comprende, poi, una serie di strumenti che consentiranno agli utenti di sviluppare applicazioni basate sul web, di analizzare, monitorare e prevedere i mutamenti dei fattori climatici e il loro impatto sui settori commerciali, come l’energia, la gestione delle acque e il turismo.

Climate Data Store offre a un ampio ventaglio di utenti facile accesso a dati climatici attendibili in un’unica banca dati e fornisce gli strumenti per un loro migliore utilizzo”, afferma Dick Dee, vice capo del servizio per i cambiamenti climatici di Copernicus.