Birra, la bevono 8 italiani su 10: il 70% ama le speciali

In Italia sono cresciuti i consumatori di birra ma anche la voglia di esplorare nuovi gusti al di là di quelli tradizionali

birra

In Italia sono cresciuti i consumatori di birra ma anche la voglia di esplorare nuovi gusti al di là di quelli tradizionali. Come rileva una ricerca Doxa realizzata per l’Osservatorio Birra Moretti (campione di 1.000 adulti italiani) negli ultimi 10 anni la base dei consumatori di birra e’ cresciuta del 34%, oggi bevono birra 8 italiani su 10, erano 6 su 10 nel 2008, mentre resta sostanzialmente invariato il consumo pro capite, 30 litri allora e 31 oggi, molto al di sotto della media europea.

Ormai il 70% degli italiani beve anche birre speciali, e cioè tutto l’universo di sapori, profumi, colori e ingredienti (dalle Ale alle Blanche, dalle Bock alle IPA e cosi’ via) che va oltre la classica birra chiara. Il 77% degli intervistati da Doxa si dichiara favorevole (o molto favorevole) alle sperimentazioni di nuovi ingredienti e sapori nella birra, mentre solo il 15% ritiene che il gusto della birra non dovrebbe cambiare.

Il profilo tipico dell’estimatore del drink different e delle birre speciali e’ quello di un uomo (74%), tra i 35 e i 54 anni. Il 36% degli italiani consuma le birre speciali almeno una volta a settimana: il 65% le beve a casa, il 52% del campione sia a casa che fuori, il 35% solo fuori casa e il 13% solo a casa.

“Le birre speciali non sono più una nicchia di consumo ma uno stimolo alla crescita – ha commentato Alfredo Pratolongo, presidente di Fondazione Birra Moretti -. I produttori hanno risposto a questa domanda proponendo sempre più variazioni sul tema birra”.

Il ruolo di Heineken Italia “che, nei suoi 4 birrifici dislocati nella penisola, da 44 anni produce la birra che vende in Italia, è di promuovere lo sviluppo della categoria. – ha aggiunto S’ren Hagh, ad di Heineken Italia -. Per crescere è  necessario investire anche in formazione”. Per questo è nata l’università della birra che avrà sede a Milano e che ospiterà a regime circa 7mila studenti all’anno per fare formazione su tutto quello che riguarda il mondo della birra.