Maltempo, Coldiretti Lombardia: grandine nell’Oltrepo, danni al 70% delle vigne

Maltempo: gli effetti più gravi - spiega Coldiretti Lombardia - in base alle prime stime, si sono registrati nell'Oltrepo Pavese

Campi allagati in provincia di Brescia e vigne devastate nel Pavese a causa di nubifragi e grandine che ieri hanno investito la Lombardia. Gli effetti più gravi – spiega Coldiretti Lombardia – in base alle prime stime, si sono registrati nell’Oltrepo Pavese, dove nel pomeriggio i chicchi di ghiaccio hanno pesantemente colpito i terreni coltivati a vite, mentre in Valle Sabbia si sono verificati allagamenti di campi e aziende agricole. Nel Pavese tra i comuni di Borgo Priolo e Terrazza Coste, secondo Coldiretti Lombardia, la grandine ha danneggiato fino al 70% delle vigne.

Diversi alberi sono stati sradicati, anche a causa delle forti raffiche di vento, e alcune strade sono state allagate dalla pioggia battente. Bilancio pesante anche in Valle Sabbia – prosegue la Coldiretti regionale -, interessata ieri mattina da un nubifragio che ha lasciato completamente sommersi i campi coltivati in questo periodo a erba medica. Allagate anche stalle e strutture agricole. In alcune cascine la violenza dell’acqua è riuscita a trascinare via persino i balloni di fieno, mentre in un allevamento di suini è finita sottacqua la macelleria aziendale. Il maltempo è proseguito in serata in altre parti della Lombardia: la grandine ha colpito il nordest Milanese, intorno al comune di Parabiago, e l’area a sud delle province di Varese e Como, in particolare nel Saronnese. Durante l’ultimo mese tempeste di ghiaccio si sono registrate più volte, in diverse province, da Cremona a Milano, dal Comasco al Mantovano.