Maltempo, il sindaco di Pineto: “Detriti su spiaggia dal fiume Vomano”

Detriti, alberi e alghe e' tutto quello che si puo' trovare questa mattina sulla spiaggia di Pineto, anche nel tratto antistante l'AMP Torre del Cerrano, a causa delle forti e insistenti piogge

LaPresse/Mario Sabatini

Materiali arrivati in gran parte dal fiume Vomano, ma della cui pulizia e smaltimento dovra’ occuparsi il Comune di Pineto.

E’ questa la denuncia del sindaco della cittadina costiera, Robert Verrocchio, il quale torna a sollecitare la necessita’ di dare piena attuazione al Contratto di Fiume, protocollo giuridico che consente di intervenire in maniera congiunta e condivisa, superando le frammentazioni funzionali dei vari enti, affinche’ la gestione e i costi di simili emergenze non gravino sulle sole casse comunali e quindi sui cittadini pinetesi.

“Questa mattina, – commenta il primo cittadino Verrocchio – come era facile prevedere, la nostra spiaggia e’ coperta dai detriti che hanno raggiunto la costa spinti dalla violenza della pioggia. Un problema che ricade sul nostro Comune, ma la cui responsabilita’ deve essere condivisa con tutti gli enti coinvolti. Da quando mi sono insediato ho stimolato il protocollo per il Contratto di Fiume, da condividere con tutti i comuni interessati dal Vomano, sia quelli del teramano che dell’aquilano, con le Province di Teramo e dell’Aquila, oltre che con l’Enel.

Ad oggi, pero’, la situazione e’ ancora ferma e quanto arriva sulla spiaggia, per legge da considerarsi rifiuto, va smaltito a nostre spese. Non e’ giusto che questi costi debbano essere affrontati dai soli cittadini di Pineto. La nostra e’ una citta’ che vive in particolare di turismo balneare e queste situazioni, accanto ai problemi legati all’erosione, rischiano di mettere in ginocchio la nostra economia per queste ragioni invito tutti gli enti preposti, in particolare la Regione e la Provincia, ad adoperarsi quanto prima per dare piena attuazione Contratto di Fiume”.