Rubner Objektbau ottiene la prima certificazione in Italia per edifici in legno multipiano

Rubner Objectbau ottiene, prima in Italia, la certificazione S.A.L.E.+ con cui si certificano all’interno del suo stabilimento le necessarie competenze ingegneristiche tecnologiche e di fisica tecnica per la realizzazione di edifici a struttura di legno multipiano

Rubner Objektbau, società del Gruppo Rubner specializzata in edifici in legno chiavi in mano, annuncia di aver conseguito – prima in Italia – la certificazione “S.A.L.E. +” 1/FLA/2018, estensione del protocollo S.A.L.E. dedicata a tutti quei costruttori in legno garanti di una particolare esperienza e capacità tecnica-organizzativa per la gestione di commesse considerate complesse. Con S.A.L.E.+, investitore e committente possono avere la certezza di avere un partner imprenditoriale affidabile per lo sviluppo dell’intera opera di ingegneria, con particolare riferimento ai termini di ingegnerizzazione della stessa e della relativa corretta concezione architettonica.

Il legno è una materia prima antica, una delle più utilizzate al mondo – racconta Alessandro Lacedelli, amministratore delegato Rubner Objektbau. – È quindi uno dei più sperimentati materiali strutturali e, se correttamente lavorato, selezionato, progettato, offre garanzie di sicurezza non minori di quelle offerte dagli altri materiali da costruzione, sia nel caso del legno massiccio, che del legno lamellare, che dei materiali derivati dal legno. Oggi poi, l’uso sinergico di esperienze millenarie e tecnologie contemporanee consente di realizzare costruzioni multipiano in legno (a esempio, condomini residenziali), capaci di coniugare estetica, funzionalità ed economicità con risultati sorprendenti. I problemi possono insorgere solo nel momento in cui chi ha costruito, non ha costruito bene. Ecco perché è importante tutelare la filiera “legno – edilizia” che valorizza l’operato di aziende con spiccate capacità tecnico – organizzative nella gestione delle diverse fasi di realizzazione dell’opera: dai controlli in accettazione dei materiali alla progettazione esecutiva, dalla prefabbricazione degli elementi in stabilimento sino ai criteri tecnici di gestione del cantiere”.

Che cos’è S.A.L.E.

Chi costruisce in legno deve conoscere perfettamente il comportamento del materiale sia da un punto di vista ingegneristico che tecnologico. Il legno infatti ha caratteristiche molto diverse da “pietra” o “mattone” e richiede uno specifico know how del costruttore al fine di garantire la qualità del costruito e una manutenzione razionale nel corso della vita nominale dell’opera.

Proprio per identificare sul mercato i costruttori garanti di una certa esperienza e di una certa capacità tecnica-organizzativa, FederlegnoArredo ha definito un protocollo di qualità che prende il nome di S.A.L.E (Sistema affidabilità legno edilizia), redatto insieme a istituti di credito e assicurazioni e regolato da norme di qualità chiare e verificabili, non tanto relative all’edificio in legno realizzato, bensì alle modalità operative/produttive messe in atto dal costruttore al fine di garantire la conformità dell’opera nelle sue diverse fasi. La certificazione ideata da FederlegnoArredo prevede infatti una visita ispettiva iniziale in stabilimento e cantiere, e un audit di sorveglianza periodica a cadenza annuale. In altre parole, il committente che desidera un edificio in legno può avvalersi in Italia, dal 2015, di un protocollo utilizzato come strumento efficace di tutela della filiera.

In particolare, i costruttori certificati S.A.L.E., grazie a questo protocollo condiviso con assicurazioni ed enti di credito, possono offrire ai propri committenti:

  • premi delle polizze scoppio incendio e grandi rischi a un prezzo paragonabile (ed in alcuni casi inferiore) a quelle previste per gli edifici tradizionali;
  • linee mutui dedicati al comparto delle costruzioni in legno.

Esempi di agevolazione di grandi Gruppi bancari danno a committenti dei costruttori certificate S.A.L.E.:

  • possibilità di finanziamenti con tempistiche che meglio si coniugano alla velocità costruttiva degli edifici in legno;
  • agevolazione nei mutui in linea con il sistema di affidabilità dell’edilizia del legno nel rispetto dei criteri ambientali e di sostenibilità; oltre a offrire dei prodotti finanziari che consentono maggiore detraibilità fiscale rispetto a un mutuo ordinario soprattutto per giovani con meno di 35 che acquistano la loro prima casa in legno dai costruttori inseriti in questo albo “affidabilità”.