Trento, centrale unica di emergenza: in un anno 218.000 chiamate 

In un anno la Centrale unica di emergenza di Trento ha ricevuto poco meno di 218.000 chiamate, con un picco nelle giornate del 25 giugno e del 6 agosto 2017, quando il maltempo aveva colpito il Trentino

In un anno la Centrale unica di emergenza di Trento ha ricevuto poco meno di 218.000 chiamate, con un picco nelle giornate del 25 giugno e del 6 agosto 2017, quando il maltempo aveva colpito il Trentino.

Circa 5 secondi è il tempo medio di risposta da parte degli operatori, 52 secondi è invece il tempo medio che hanno impiegato per identificare il chiamante, localizzare l’evento e definire il tipo di soccorso necessario, per poi procedere all’inoltro della chiamata ad una delle centrali di secondo livello: Arma dei Carabinieri, Polizia di Stato, Emergenza sanitaria o Vigili del fuoco.

Tra quelle ricevute nel primo anno di lavoro, oltre 131.000 chiamate sono state inoltrate alle centrali di secondo livello, mentre oltre 86.000 si sono rivelate non essere emergenze o essere relative a situazioni già segnalate. I dati sono stati resi noti oggi ad un anno dall’inizio delle attività della Centrale.

“Come cittadini vi diciamo grazie per la professionalità che mettete nel vostro lavoro, che e’ cosi’ prezioso per la nostra comunità e che non va messo in discussione ma va solo apprezzato e lasciato fuori dalle polemiche politiche”, ha detto il governatore del Trentino, Ugo Rossi, al personale della Centrale.