Vaccini: nuovo botta e risposta tra Burioni e il Codacons

"Codacons sempre in prima linea nel difendere i diritti dei virus e dei batteri". Così l'immunologo Roberto Burioni ha risposto oggi su Twitter all'annuncio dell'associazione di volerlo denunciare all'Ordine dei medici

Roberto Burioni
Il virologo Roberto Burioni

“Codacons sempre in prima linea nel difendere i diritti dei virus e dei batteri”. Così l’immunologo Roberto Burioni ha risposto oggi su Twitter all’annuncio dell’associazione di volerlo denunciare all’Ordine dei medici, dopo le dichiarazioni contro le parole del vicepremier Salvini sui vaccini.

“Oramai Burioni – controbatte il presidente Carlo Rienzi – è in preda al delirio più totale e attacca tutti e tutto senza prima informarsi adeguatamente. La nostra posizione a favore dei vaccini è nota a tutti, così come nota è la nostra posizione contro la Legge Lorenzin, cosa ben diversa, e per questo le affermazioni dell’immunologo appaiono un patetico e infantile tentativo di diffamare il Codacons”.

“Tra i diritti delle famiglie e gli interessi economici delle aziende farmaceutiche produttrici di vaccini noi abbiamo deciso di tutelare i primi. Ci chiediamo da che parte stia Burioni – prosegue Rienzi – soprattutto in considerazione delle accuse di pesanti conflitti di interesse mosse da più parti nei suoi confronti”.