Arte: con la luce laser rivivono i decori nell’architetture d’Este

Credit: Stanford Computational Imaging Lab

Le antiche decorazioni esterne della Rocca di Vignola (Modena), non piu’ visibili sulle facciate in laterizi, rivivono nell’illuminazione dopo un lavoro di rilievi con laser scanner 3D durato anni, a cura dell’Universita’ di Ferrara: colori e disegni torneranno venerdi’ 13 luglio grazie a una proiezione luminosa digitale realizzata con tecniche di ricostruzione virtuale.

Alla scansione tridimensionale sono state abbinate fotografie aeree di dettaglio, ottenute con la tecnica gigapixel a cura del fotografo Ghigo Roli.

E’ il primo passo del progetto “Sogno o son dEste” realizzato in collaborazione con tre fondazioni (Cassa di Risparmio di Modena, Carife e Vignola) e il sostegno di Bper Banca, che mette in luce – letteralmente – le architetture della casata d’Este, che ha dominato dal 1208 fino al 1859 i territori tra Ferrara, Modena e Reggio. Dopo la Rocca di Vignola, seguiranno in settembre Casa Romei a Ferrara e la Chiesa di S.Agostino a Modena, in collaborazione con l’Universita’ di Modena e Reggio.