Per ogni italiano 2 farmaci al giorno: sale spesa famiglie

Quasi due farmaci al giorno per ogni italiano, con un aumento della spesa complessiva

Quasi due farmaci al giorno per ogni italiano, con un aumento della spesa complessiva.

La fotografia e’ del Rapporto Nazionale sull’uso dei Farmaci (Osmed), presentato oggi dall’Aifa. Nel 2017 in media ogni soggetto, inclusi i bambini, ha assunto al giorno circa 1,7 dosi di farmaco, il 66,2% delle quali erogate a carico del Servizio Sanitario Nazionale (Ssn), mentre il restante 33,8% e’ relativo a dosi di medicinali acquistati direttamente dal cittadino.

La prevalenza d’uso dei farmaci e’ stata in media del 66,1% (61,8% negli uomini e 70,2% nelle donne), passando da circa il 50% nella popolazione fino ai 54 anni, a oltre il 95% nella popolazione anziana con eta’ superiore ai 74 anni. In pratica, hanno spiegato gli esperti durante la presentazione, sopra i 74 anni praticamente tutti prendono almeno un farmaco. In questa fascia di eta’ e’ preoccupante anche il fenomeno delle ‘politerapie’, con il registro che ha rilevato 7,7 farmaci diversi consumati in media nella fascia 65-69 anni, che diventano 11,8 nei soggetti con eta’ pari o superiore agli 85 anni.

“Tra le Regioni – ha spiegato il Direttore Generale dell’Aifa, Mario Melazzini -, Emilia Romagna (317,6 dosi ogni mille abitanti al giorno) e Lombardia (98,2) hanno registrato rispettivamente i livelli piu’ alti e piu’ bassi di consumo. I medicinali per il sistema cardiovascolare si confermano la categoria maggiormente consumata dagli italiani, seguiti dai farmaci dell’apparato gastrointestinale e metabolismo, dai farmaci del sangue e organi emopoietici, dai farmaci per il Sistema Nervoso Centrale e da quelli per l’apparato respiratorio”.

L”overdose’ di farmaci si traduce in un aumento della spesa farmaceutica, che e’ salita dell’1,2%. Quella totale, pubblica e privata, e’ stata pari a 29,8 miliardi di euro, di cui il 75% rimborsato dal Ssn. In media, per ogni cittadino italiano, la spesa per farmaci e’ ammontata a circa 492 euro. Se quasi tutti i capitoli di quella a carico del Ssn hanno visto il segno meno, la spesa a carico dei cittadini invece cresce, e nel 2017 e’ stata di 8,8 miliardi euro, registrando un aumento del +7,1% rispetto al 2016.

A influire sulla variazione e’ stato l’aumento della spesa per i medicinali di automedicazione (+12,4%) e per i medicinali di Classe C con ricetta (+8,8%), mentre rimangono stabili la spesa per l’acquisto privato di medicinali di fascia A (+0,6%) e la compartecipazione del cittadino, il cosiddetto ticket (+0,6%).

“I valori di spesa piu’ elevati – sottolinea il Direttore Generale dell’Aifa, Mario Melazzini – sono stati riscontrati in Sardegna (239,64 euro pro capite), Puglia (227,13 euro pro capite), Campania (223,34 euro pro capite) e quelli piu’ bassi invece in Valle d’Aosta (139,40 euro pro capite), nella Provincia Autonoma di Trento (154,94 euro pro capite) e in Lombardia (165,79 euro pro capite)”.