Spazio, Missione ExoMars: lanciato concorso per dare un nome al rover che partirà alla volta di Marte nel 2020

"Marte è una destinazione affascinante e il rover di ExoMars è un parte fondamentale del percorso che ci porterà a conoscere meglio questo pianeta"

Cercasi nome per il rover di ExoMars 2020. L’astronauta Esa Tim Peake ha annunciato che l’agenzia spaziale inglese ha indetto un concorso per dare un nome al rover che partirà alla volta di Marte nel 2020. L’annuncio è stato dato  quest’oggi presso il  Salone Aerospaziale di Farnborough che si sta svolgendo in questi giorni nel Regno Unito. Marte è una destinazione affascinante e il rover di ExoMars è un parte fondamentale del percorso che ci porterà a conoscere meglio questo pianeta – ha commentato Peake – vogliamo che le persone si sentano parte di questa missione e chiediamo di usare la loro creatività per dare un nome al rover”. 

Costruito dalla divisione inglese di Airbus Defence and Space il rover – riporta Global Science – avrà il compito di analizzare l’evoluzione di Marte e di indagare la presenza di eventuali condizioni favorevoli alla vita. Nel dettaglio, il rover sarà la prima missione a combinare la capacità di muoversi sopra la superficie marziana a quella di esplorare il suo sottosuolo.

Questo compito sarà affidato a un trapano costruito in Italia che perforerà la superficie fino a due metri di profondità per prelevare campioni da analizzare in situ, grazie a uno speciale laboratorio automatizzato di ultima generazione a bordo del rover. Il concorso,  aperto a tutti i paesi membri dell’ESA, si concluderà il prossimo 10 ottobre. In palio per i tre vincitori che suggeriranno i migliori nomi, una visita presso il sito di costruzione del rover a Stevenage, nel Regno Unito.