Emergenza ossigeno: aereo costretto a brusca discesa

Brusca discesa per depressurizzazione: un aereo è dovuto scendere di quota a causa del repentino calo dei livelli di ossigeno, ecco cosa è accaduto

Aperta un’indagine sulle cause che hanno costretto un aereo ad una brusca discesa in seguito ad una depressurizzazione: le autorità cinesi sospettano che a originare l’emergenza sia stato qualcuno che ha fumato nella cabina di pilotaggio.
La BBC riporta che un volo della Air China, partito da Hong Kong e diretto a Dalian, è dovuto scendere di quota, per 6.500 metri, a causa del repentino calo dei livelli di ossigeno.
Ai passeggeri è stato chiesto di allacciare le cinture di sicurezza e le maschere per l’ossigeno sono fuoriuscite dagli appositi vani,  ma a bordo è stata mantenuta la calma. L’aereo è tornato poi alla quota di crociera.
Le autorità stanno esaminando i dati di volo e le registrazioni delle conversazioni in cabina: secondo indiscrezioni, qualcuno avrebbe fumato nel cockpit e poi avrebbe azionato i comandi errati per la ventilazione.