Vaccini, AIFA: cresce l’uso e la spesa per effetto dell’obbligo

La spesa lorda pro capite per i vaccini è passata da meno di 6 euro nel 2016 a 8 euro nel 2017

Vaccini

In conseguenza del decreto che lo scorso anno ha introdotto l’obbligatorietà delle immunizzazioni per l’accesso ad asili nido e scuole d’infanzia, cresce l’uso e la spesa per i vaccini in Italia: ciò si è tradotto in un aumento del 36,6% della spesa per vaccini fra il 2016 e il 2017, in particolare per quello contro il morbillo (+66,2%, e nel caso del vaccino morbillo-parotite-rosolia e varicella +89,5%). Il rapporto OsMed dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) presentato oggi a Roma ha rilevato che la spesa lorda pro capite per i vaccini è passata da meno di 6 euro nel 2016 a 8 euro nel 2017 (che fanno parte dei 196 euro totali per cittadino spesi in farmaci). In aumento oltre a quella per vaccinazioni tipicamente pediatriche anche la spesa per il siero contro l’influenza (+16,6%). Veneto, Trento, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia e Puglia sono le Regioni con la spesa pro capite più alta, mentre Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia, Umbria, Molise e Sardegna quelle con il valore più basso.