Acne: nuovo passo avanti verso il vaccino

Acne: nuovo passo avanti verso il vaccino

Una vaccinazione contro l'acne potrebbe aggirare i potenziali effetti avversi delle attuali opzioni di trattamento

Ricercatori dell’Università della California, del National Central University di Jhongli (Taiwan) e della Brandenburg Medical School Theodore Fontane di Dessau (Germania) hanno dimostrato per la prima volta che degli anticorpi impiegati contro una tossina secreta dai batteri nell’acne possono ridurre l’infiammazione nelle lesioni prodotte dalla stessa malattia.

La ricerca costituisce un nuovo passo in avanti verso un possibile vaccino per l’acne: è stata condotta sui topi ed ex vivo in cellule della pelle umana, ed i risultati sono stati pubblicati sul Journal of Investigative Dermatology.
Si è scoperto che l’applicazione di alcuni anticorpi monoclonali su un fattore chiamato Camp (una tossina secreta dai batteri Propionibacterium acnes) riesce a ridurre l’infiammazione.

Una vaccinazione contro l’acne, spiegano gli studiosi, potrebbe aggirare i potenziali effetti avversi delle attuali opzioni di trattamento (retinoidi e antibiotici topici o sistemici), senza dimenticare il disagio estetico di chi ne soffre.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...