Allerta Meteo per l’Uragano Mediterraneo “Zorbas”: traiettoria shock per la Grecia, rischio catastrofe nel weekend

Allerta Meteo, il Medicane "Zorbas" minaccia la Grecia: sarà un weekend terribile, a rischio milioni di persone tra l'Attica e il Peloponneso ma anche i paradisi turistici delle Cicladi con Mykonos e Santorini

Allerta Meteo – L’evoluzione dell’Uragano Mediterraneo “Zorbas” posizionato oggi sul mar Jonio, vicino all’Italia, ma diretto nel weekend verso la Grecia, ha assunto nelle ultime previsioni una traiettoria terribile proprio per la penisola ellenica, e in modo particolare per Peloponneso, Attica e isole Cicladi. La tempesta, infatti, si abbatterà direttamente sulla Grecia con venti impetuosi e piogge torrenziali tra domani, Sabato 29 Settembre, e dopodomani, Domenica 30, negli ultimi due giorni del mese. La Grecia meridionale sarà investita da piogge alluvionali e venti impetuosi, fenomeni che già oggi stanno interessando gran parte del Paese per la risalita di ammassi nuvolosi pre-frontali carichi di piogge e temporali. Stamattina sull’isola di Creta sono caduti 73mm di pioggia a Samaria, 50mm ad Asi Gonia, 40mm ad Ammoudari e 39mm a Sempronas. Nel Peloponneso sono caduti 31mm di pioggia ad Agios Nikolaos, mentre nell’isola vulcanica di Milo sono caduti 29mm. Un piccolo assagio rispetto ai fenomeni estremi previsti per le prossime 48 ore.

traiettoria uragano Zorbas“Zorbas”, infatti, è un vero e proprio Uragano e transiterà sul Peloponneso meridionale per poi colpire in pieno l’Attica e le isole Cicladi nel mare Egeo, risalendo fino allo stretto dei Dardanelli, il leggendario Ellesponto, dove arriverà Lunedì 1 Ottobre. Ma intanto nel weekend la Grecia rischia una vera e propria catastrofe: sarà un weekend terribile con venti ad oltre 150km/h e piogge alluvionali. Alcuni modelli stimano addirittura oltre 500mm di accumulo pluviometrico complessivo nelle zone più colpite, tra il Peloponneso e l’Attica. Tra le città più a rischio c’è prima di tutto Calamata, nel Peloponneso, poi Il Pireo, Peristeri e Kallithea nell’Attica. Anche Atene sarà colpita dalle piogge torrenziali e dai venti impetuosi.

Domenica 30 Settembre l’Uragano arriverà sulle isole Cicladi, colpendo in pieno paradisi turistici come Mykonos e Santorini ancora molto gettonati in questo periodo dell’anno. Le conseguenze potrebbero essere pesantissime. Per fortuna l’Italia rimarrà ai margini di questa tempesta: soltanto oggi qualche debole pioggia nelle zone joniche, un po’ di vento e mar Jonio in burrasca, ma già domani tornerà a splendere il sole con temperature in sensibile aumento.

Un Uragano così violento nel Mediterraneo è un evento rarissimo. L’Italia è molto fortunata a non doverne subire gli effetti, che sulla Grecia saranno davvero devastanti. Ecco le pagine utili per seguire la situazione meteo in tempo reale: