Tragedia ad Ancona: vigile del fuoco precipita da 7 metri d’altezza, morto

Un vigile del fuoco è precipitato da un'altezza di 7 metri: il 47enne è morto poco dopo l'arrivo in ospedale

Un vigile del fuoco in servizio presso il comando provinciale di Ancona è precipitato da un’altezza di 7 metri nel cortile interno della caserma di via Vallemiano: immediato l’intervento del 118, ma il 47enne è deceduto poco dopo l’arrivo in ospedale.
Secondo quanto ricostruito dai colleghi, l’uomo aveva completato il suo turno di servizio e, di propria iniziativa, si era spostato al piano superiore dell’edificio per controllare la finestra non funzionante di un bagno, con l’intenzione di ripararla nei giorni a venire: è salito sul davanzale della finestra per poi scivolare improvvisamente, precipitando sopra un pergolato in alluminio. All’arrivo dei soccorsi era in fin di vita: l’immediato trasferimento in ospedale non è servito a salvargli la vita.
Sposato, con due figli, era arrivato ad Ancona nel 2004 e, da due anni, era diventato coordinatore dell’autorimessa, che gestisce oltre 200 mezzi che operano in tutta la provincia. Era entrato nel corpo nel 1997 e aveva prestato servizio a Varese, Bologna e Rimini.