Un viaggio storico, artistico e religioso: il “Codex Purpureus Rossanensis” protagonista a Pisa

A Pisa il convegno dal titolo "Il Codex Purpureus Rossanensis, Fondamento della Civiltà Cristiana, Patrimonio dell’Umanità"

Codex Purpureus Rossanensis

Il Codex Purpureus Rossanensis, Fondamento della Civiltà Cristiana, Patrimonio dell’Umanità”. Questo il titolo del convegno tenutosi lo scorso 15 settembre a Pisa, in cui le radici della cultura bizantina, assieme alla storia e la bellezza del Codex, sono state protagoniste assolute, tingendo di porpora il prestigioso ex salone degli affreschi del camposanto monumentale, inserito nell’incantevole Piazza dei Miracoli.

Si è trattato di un viaggio storico, artistico e religioso che ha messo in luce tutta la preziosità del Rossanensis, mostrandone il suo mistero e il fascino, ed evidenziandone la sua capacità di divenire stimolo e momento di riflessione per la diffusione della parola cristiana e della bellezza dell’arte bizantina.

L’incontro, brillantemente organizzato dal Centro studi Ausonia, in collaborazione con le Arcidiocesi di Pisa e di Rossano -Cariati ed il Museo Diocesano e del Codex di Rossano, è stato patrocinato dal Comune di Pisa.

Codex Purpureus RossanensisAi saluti del Dott. Giovanni Nicolò Adilardi – Presidente del Centro Studi Ausonia;  di Mons. Gino Biagini – Vicario dell’Arcivescovo di Pisa; del Dott. Filippo Bedini – Assessore del Comune di Pisa; e della Dott.ssa Francesca Barsotti – Responsabile Beni Culturali Arcidiocesi di Pisa, sono seguiti gli interventi scientifici della Dott.ssa Cecilia Perri – Vicedirettore del Museo Diocesano e del Codex di Rossano, del Prof. Francesco Filareto – Storico Bizantinista e saggista, e le profonde conclusioni di Mons. Giuseppe Satriano – Arcivescovo di Rossano-Cariati.

Al termine dell’incontro è stata esposta al pubblico l’edizione facsimilare del Codex Purpureus Rossanensis realizzata dalla Franco Cosimo Panini Editore, rimasta in esposizione nel prestigioso salone fino a domenica 16 settembre.

Un pubblico numerosissimo ed affascinato ha partecipato al convegno ed ha potuto ammirare la preziosa copia del Codex, esprimendo grande interesse a vedere l’originale e scoprire Rossano, la città che da secoli lo custodisce.

Ha coordinato l’incontro Rocco Sergi del Centro Studi Ausonia, manifestando grande gratitudine verso L’Arcivescovo Satriano e L’Arcidiocesi di Rossano-Cariati per aver reso possibile la realizzazione, e grande soddisfazione per la riuscita dell’evento.