TV, Rai Storia: “Signorie” racconta Milano, i Visconti e gli Sforza

Milano, nel Quattrocento, si afferma come una delle città più importanti d’Europa sia sul fronte economico sia sul piano culturale

Prima i Visconti, poi gli Sforza: così Milano, nel Quattrocento, si afferma come una delle città più importanti d’Europa sia sul fronte economico sia sul piano culturale, diventando il punto di incontro di pittori, architetti e letterati. Un luogo raccontato nell’appuntamento con “Signorie”, in onda lunedì 17 settembre alle 22.10 su Rai Storia. Il racconto, arricchito dalla “rilettura” della città di Roberto Vecchioni, ruota intorno a un luogo, il Castello Sforzesco, e a un personaggio, Ludovico il Moro, amante di arti, lettere e scienze e mecenate di artisti come Foppa e Bergognone, Solari e Amadeo, Bramante e Leonardo da Vinci. A quest’ultimo, stimato consulente del duca non soltanto in campo artistico, si devono progetti di macchine belliche e il perfezionamento delle chiuse e delle conche dei Navigli, oltre al celebre Cenacolo, presentato attraverso immagini che ne esaltano l’unicità e lo splendore.