Allerta Meteo, tutta l’Italia in balia del “Monsone” innescato dallo Scirocco: pesantissimo...

Allerta Meteo, tutta l’Italia in balia del “Monsone” innescato dallo Scirocco: pesantissimo avviso di Estofex per le prossime ore

Allerta Meteo, nuovo pesantissimo avviso di Estofex sul maltempo che sta flagellando il Mediterraneo: tutta l'Italia è in balia del "Monsone Italiano", il bollettino

Allerta Meteo – È emergenza maltempo in Italia ed Estofex (European Storm Forecast Experiment) lo segnala con pesanti avvisi. Un’allerta meteo di livello 2 copre gran parte del Mediterraneo centrale per nubifragi, raffiche di vento da forti a distruttive, tornado e grandine di grandi dimensioni. Un livello 1 circonda quest’area per pericoli simili ma con probabilità minori. Livello di allerta 1 anche per il Mediterraneo occidentale principalmente per forti raffiche di vento e rischio tornado. Tutte le allerte si intendono valide fino alle 7 (ora italiana) di domani, 30 ottobre. In risposta all’intensa dorsale sull’Atlantico nordorientale, sull’Europa si forma un blocco anomalo. Una depressione profonda e amplificata copre gran parte della Penisola Iberica fino al Nord Africa, dove le anomalie a 500hPa raggiungono valori importanti con un picco sopra l’Algeria settentrionale.

Allerta Meteo Storm Temporale Shelf CloudUna corrente a getto sta per circondare la base di questa depressione e nonostante un certo indebolimento, si prevede che resisterà mentre si muoverà verso nord-est sul Mediterraneo occidentale. La configurazione del regime di flusso e la corrente a getto in avvicinamento provocano un’ampia area con una divergenza significativa su un’estesa zona baroclina sul Mediterraneo centro-occidentale. Il vortice ciclonico risultante tra le Baleari e la Francia meridionale spingerà i venti verso livelli anomali sul Mediterraneo centrale, coperto da un ampio settore caldo. Durante il periodo indicato, la depressione in movimento verso nord e il fronte freddo diretto verso est spostano il settore caldo verso l’Europa orientale-sudorientale.

Mediterraneo centrale – Ore diurne

La maggior parte del Mediterraneo centrale è coperta dal settore caldo. Attesi indici CAPE di 1000-1500 J/Kg nella massa d’aria prefrontale sul Golfo di Genova, sul Tirreno e sul Mar Ionio occidentale. Dopo le 13 questi picchi caleranno un po’ insieme ai lapse rates, ma rimarranno nell’ordine di 500-1000 J/Kg sull’Adriatico e sullo Ionio. Il fronte freddo si muove verso est e dovrebbe colpire il Nord Italia, il Tirreno sudorientale la Sicilia fino alle 19. Attesa attività temporalesca da sparsa a diffusa sul Tirreno settentrionale. Tuttavia, temporali prefrontali porteranno un rischio importante per Corsica, Sardegna e Italia centrale e nordoccidentale. Grandine di dimensioni grandi/molto grandi, raffiche di vento da forti a distruttive e tornado possono accompagnare questa attività. Esiste il rischio di pericolose alluvioni con quantitativi estremi di pioggia fin quando il fronte freddo non passerà. Condizioni e rischi simili esistono anche sul Nord Adriatico. Durante il passaggio del fronte freddo, è prevista una rapida crescita in un evento  MCS (Sistema convettivo a mesoscala), con l’aumento dei venti e dunque del rischio di un tornado isolato.

tornado warning allerta meteo (3)Più a sud, sul Tirreno meridionale e sulla Sicilia, un’energia di inibizione convettiva più forte mantiene la convezione prefrontale più isolata e discreta e con quest’attività sono previsti forti eventi di maltempo, inclusi un tornado e venti molto potenti. La Sicilia meridionale potrebbe andare incontro anche a nubifragi, con la distinta possibilità di alluvioni lampo. Il fronte freddo sarà accompagnato da un esteso MCS “V-shaped” con un altro round di venti intensi, grandine isolata e la minaccia di un tornado isolato. Estofex sottolinea che la sovrapposizione di CAPE e shear favorevole a queste condizioni non è limitata solamente alle aree costiere, ma si estende all’entroterra con il calore diurno. Quindi il rischio include anche aree molto interne su gran parte del territorio italiano.

Il livello 2 copre anche le Alpi meridionali per il rischio di eventi alluvionali a causa dell’abbondante CAPE sull’area che aumenta il rischio di temporali e di alti tassi di precipitazioni all’ora.

Ore notturne

Il fronte freddo si sposta verso est, attraversa gran parte dell’Adriatico e colpisce lo Ionio centrale e orientale nella notte.  Lo scenario più probabile sembra un MCS “V-shaped” con il rischio dominante di nubifragi, soprattutto lungo le coste dell’Adriatico sudorientale. Il rischio di tornado aumenterà nella notte per il Sud Italia. Venti molto forti e grandine isolata potrebbero verificarsi con un’attività più discreta. L’avvezione d’aria calda si diffonde verso nord-est, probabilmente fino a raggiungere la Polonia meridionale. Per questo motivo Estofex ha esteso il livello di allerta 2 verso Slovenia e Ungheria occidentale per il passaggio del fronte freddo nel corso della notte. Sull’area possibili venti molto intensi e la minaccia di tornado.

Sul Mediterraneo centro-occidentale persisteranno i venti e il rischio di nubifragi lungo la costa settentrionale dell’Adriatico fino alle 7 del mattino di domani, 30 ottobre. Più a ovest, tra Sardegna e Centro Italia, sono possibili forti raffiche di vento e temporali sparsi, con la possibilità di un tornado isolato lungo le coste.

Questa la situazione delineata da Estofex per il maltempo che sta flagellando il Mediterraneo, inclusa la nostra penisola. Massima attenzione. Ecco le pagine utili per seguire la situazione meteo in tempo reale:

 

allerta meteo estofex 29 30 ottobre

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...