Nasce la “Rete nazionale delle Fondazioni degli Architetti PPC”

È nata la Rete nazionale delle Fondazioni degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori, che hanno il compito di valorizzare e qualificare la professione

È nata la Rete nazionale delle Fondazioni degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori, che hanno il compito di valorizzare e qualificare la professione attraverso attività culturali e formative dedicate all’architettura, all’urbanistica, al paesaggio e alla tutela e valorizzazione dei beni culturali.

L’idea di un coordinamento che mettesse in sinergia le singole realtà provinciali è nata in occasione del Congresso nazionale di categoria che si è tenuto lo scorso luglio a Roma, e si è concretizzata ieri pomeriggio (11 ottobre) a L’Aquila con l’incontro che ha riunito a Palazzo Fibbioni le Fondazioni di Campobasso, Catania, Chieti-Pescara, Firenze, Milano e Torino.

Un appuntamento inserito nell’ambito del “Festival della Partecipazione” che si svolge nel capoluogo abruzzese fino a domenica 14 ottobre. «La partecipazione nei territori: le Fondazioni per l’Architettura italiane si incontrano» è il titolo dell’evento, durante il quale sono state condivise le modalità con cui ciascun ente territoriale svolge le attività riguardanti i temi della formazione, della cultura e promozione della professione.

L’obiettivo della Rete nazionale – che intende coinvolgere tutte le Fondazioni presenti nella penisola – sarà quello di proporre, organizzare e diffondere iniziative comuni in tutto il territorio italiano, puntando sul valore aggiunto dello scambio di idee e della collaborazione fra le comunità provinciali degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori.