Uragano Michael: in Florida allarme “marea rossa”, sintomi simili al gas lacrimogeno

Allarme "marea rossa" in Florida a causa dell'uragano Michael: "Le tossine potrebbero finire nell'aria e le persone potrebbero respirarle"

AFP/LaPresse

L’uragano Michael, che ha raggiunto nelle scorse ore la Florida ed ora prosegue la sua corsa lungo la Georgia, potrebbe anche determinare la dispersione sulla terraferma di un’alga tossica rossa: il rischio è che possa avere effetti sulle persone, prevalentemente problemi respiratori.

L’uragano ha effettuato il “landfall” nella Panhandle, una striscia di terra nella parte nord occidentale della Florida, dove negli ultimi giorni si è registrata alta concentrazione dell’alga Karenia Brevis, le cui tossine causano sintomi simili al gas lacrimogeno.
Le persone più vulnerabili sono quelle che già affette da malattie respiratorie pregresse, come l’asma.

Secondo Larry Brand dell’Università di Miami, le alghe potrebbero finire dall’acqua sulle spiagge e poi ancora più all’interno: “La tempesta o le onde molto alte possono portare la “marea rossa”‘ sulla terraferma. Le tossine potrebbero finire nell’aria e le persone potrebbero respirarle”.

E’ la prima volta che abbiamo una marea rossa grave e un uragano allo stesso tempo, quindi e’ difficile predire l’effetto. Ma un rischio e’ che le onde trasformino le alghe in tossine nebulizzate. Le bollicine d’acqua sono una superficie eccellente, e’ un meccanismo efficiente per trasportare le tossine sulla terraferma,” spiega Richard Price del Mote Marine Laboratory & Aquarium di Sarasota.