Da Genova la sfida per una Blue Economy contro il cambiamento climatico nell’Artico e nel Mediterraneo

Pecoraro Scanio: "Genova città martire del #climatechange e della cementificazione. Subito piano nazionale di adattamento al cambiamento climatico e per la messa in sicurezza dei territori"

L’ex Ministro dell’Ambiente, che nel 2007 lanciò l’allarme, intervenendo a Genova al Secondo Forum Internazionale “Cambiamenti climatici. Nuovo Artico, vecchio Mediterraneo: insieme in un insolito destino”, organizzato presso il Palazzo della Borsa dal Milan Center for Food Law and Policy, ha precisato: “Per giorni i media hanno continuato a parlare di ‘ondata di maltempo’ come si faceva negli anni ’70 o ’80. Rifiutare perfino la definizione tecnica di ‘tempesta’ sembra un patetico tentativo di nascondere la testa sotto la sabbia”.

Aggiungendo: “Oggi rilanciamo anche qui la campagna #MediterraneoDaRemare #MediterraneoNoPlastic e insieme al primo segretario dell’Ambasciata di Norvegia e alla presidente Livia Pomodoro abbiamo deciso di collegarla all’azione #ArcticNoPlastic perché anche quel grande mare vive un degrado crescente”.

Il Presidente della Fondazione UniVerde ha poi aggiunto: “Il cambiamento climatico impatterà proprio sull’elemento ‘Blue’ del nostro Pianeta: i mari e le risorse idriche. Il riscaldamento di mari e oceani e la scarsità di acqua dolce saranno un dramma. Le azioni e gli investimenti necessari per adattarsi e limitare i danni e le vittime devono essere una priorità planetaria.

La tempesta tropicale che per la prima volta ha sconvolto l’Italia nelle scorse settimane, dalle Alpi alla Sicilia, è un fortissimo campanello d’allarme per politici, imprenditori e media, che per oltre 10 anni hanno prima denigrato poi trascurato le conclusioni della Conferenza nazionale sul Clima del settembre 2007. Nulla è stato fatto per mettere in sicurezza le zone a rischio, migliorare le difese da frane e alluvioni, aggiornare i sistemi meteo, quelli di allarme e la stessa formazione ed educazione di operatori e cittadini ai nuovi livelli di emergenza climatica”.
Anche il Direttore generale degli Esteri, l’Ambasciatore Vincenzo De Luca, e il Commissario per ExpoDubai2020, Paolo Glisenti, intervenuti al Forum, hanno rilanciato la campagna #MediterraneoDaRemare.