Ieri la Giornata Mondiale dello Stress: 10 consigli per combatterlo

Tra le epidemie nel XXI secolo, l'Organizzazione Mondiale della Sanità, annovera anche lo stress: ne soffre circa il 40% della popolazione mondiale

stress lavoro

Tra le epidemie nel XXI secolo, l’Organizzazione Mondiale della Sanità, annovera anche lo stress: ne soffre circa il 40% della popolazione mondiale, solo in Italia 9 persone su 10 dichiarano di sentirsi più stressati dell’anno precedente.

Diversi i sintomi per un disturbo che, pur sembrando insignificante, va a incidere sulla qualità della vita della persona e può, nel lungo termine, accentuare diverse patologie. Il disturbo può presentarsi con spossatezza, depressione, mal di testa, attacchi di panico, ansia, insonnia, variazioni di peso, caduta dei capelli, tic.

“Sono le condizioni di lavoro in cui viviamo che favoriscono conflittualità e ansia, sintomi che si manifestano attraverso disturbi come la mancanza di respiro, irritabilità che si dimostra in scoppi momentanei di rabbia seguita spesso da sensi di colpa rispetto ai propri comportamenti e fissità di pensiero rispetto a situazioni e persone”, spiega Marina Osnaghi, prima Master Certified Coach in Italia.

E aggiunge: “Una delle ragioni più grandi di stress e conflitto è l’errore: vero o presunto, i comportamenti sbagliati, personali o di un altro, sono alla radice di moltissimi stress”.

Ecco 10 consigli degli esperti da seguire per vivere meglio.

  1. Poniti le giuste domande: come spiega la Master Coach Osnaghi, uno dei mezzi che abbiamo per per superare ansia e senso di colpa è quello di porci le giuste domande. Bisogna quindi autoanalizzarsi, sia interrogandosi sugli errori fatti che, soprattutto, chiedendosi in che modo è possibile porre rimedio a tali errori e riuscire così a superarli. Le risposte aprono la mente, generano nuove idee e prospettive che ci permettono di sentirci meno bloccati nello stress.
  2. Lavora all’aperto o rendi il tuo ufficio a portata di natura: lavorare all’aperto, se possibile in mezzo alla natura, riduce notevolmente lo stress, inoltre secondo una ricerca dell’Università di Washington una stanza arredata con molte piante ha effetto di ridurre lo stress di 4 punti.
  3. Repetita Iuvant: secondo il dott. Perri Klass dell’Università di New York i gesti ripetitivi sono buoni rimedi contro l’ansia.
  4. Evita le persone stressate: uno studio rivela che stare a contatto con persone stressate produce un aumento dei livelli di cortisone nel sangue del 26%, se poi si tratta di amici e familiari il livello può salire anche al 40%.
  5. L’importanza del pranzo: il cibo è una delle fonti primarie di energia ma, al contempo, di stress. Evitare i pranzi veloci e a base di alimenti poco sani: il consiglio è scegliere cibi leggeri e bilanciati, ricchi di carboidrati, vitamine e proteine, da consumare senza troppa fretta.
  6. Riduci le ore al pc: trascorrere troppo tempo davanti allo schermo del pc provoca problemi di sonno e aumenta il rischio di depressione, sopratutto nelle donne giovani.
  7. Bacia:  sembrerebbe che le coppie che si baciano solo durante i rapporti sessuali siano 8 volte più soggette a stress e depressione.
  8. Persegui la gentilezza: secondo una ricerca della North Carolina State University un capo in grado di comunicare con empatia e gentilezza ottiene migliori performance dai dipendenti. La gentilezza favorisce anche fuori dall’ambiente di lavoro.
  9. Aiutati con il potassio: secondo l’American Psychological Association il potassio aiuta a regolare gli sbalzi di pressione sanguigna tipici dei momenti di stress.
  10. Ridi! Ridere fa aumentare la quantità di aria ricca di ossigeno nel nostro corpo, stimolando il cuore, i polmoni e i muscoli, e aumentando i livelli di endorfine, gli ormoni del buon umore.