Influenza: broccoli e uova alleati contro i malanni di stagione

Per proteggerci dall'influenza, un alleato arriva dagli alimenti: vegetali e non

A cura di AdnKronos
Influenza

L’influenza sta arrivando: il primo virus è stato identificato a Parma, e secondo il bollettino della rete Influnet già 125 mila italiani hanno fatto i conti con questo malanno. Per proteggerci da virus influenzali e parainfluenzali un alleato arriva dagli alimenti: vegetali e non. “La natura ci regala prodotti come i broccoli, i cavoli, i cavoletti di Bruxelles, il cavolo romano: sono alimenti importanti, che hanno proprietà anti-virali e anti-batteriche“, spiega all’AdnKronos Salute Sara Farnetti, specialista in medicina interna e nutrizione, autrice di ‘Mai più a dieta. Salute e longevità con la medicina di precisione’ (Bur Rizzoli).
Consumarli almeno 2-3 volte a settimana – suggerisce l’esperta – nella pasta la sera, o come contorno, è utile a fare il pieno di sostanze antivirali e antibatteriche. Se però danno fastidio all’intestino, dal momento che possono causare gonfiore addominale, il segreto è nella preparazione: meglio non lessarli, oltretutto le sostanze benefiche si perdono nell’acqua di cottura“.
Come fare, allora? “Esistono alternative che ci permettono di attivare anche il fegato e l’intestino: possiamo tagliare a pezzi queste verdure cuocendole velocemente, non a temperatura troppo alta, in olio extravergine d’oliva“, consiglia Farnetti. Il gonfiore, in questo modo, si può evitare. “Va bene anche mangiarli crudi, a pezzetti, conditi con olio extravergine e qualche goccia d’aceto. L’aceto nella padella è utile anche per togliere l’odore forte che si sprigiona al momento della cottura“.
Un ottimo abbinamento anti-malanni è con l’uovo. “E’ digeribile, non fa male al fegato come alcuni credono e, soprattuto, contiene la vitamina D, un ottimo antistress ma anche immunostimolante. Nell’uovo poi ci sono anche vitamina A e colesterolo, che” non va sempre demonizzato e “anzi può essere alleato delle nostre cellule per difendersi” dall’attacco dei virus. “L’uovo in camicia o al tegamino, in questo caso non troppo cotto, è molto digeribile“, conclude l’esperta, che lo consiglia la sera, abbinato a una pasta con i broccoli e a un piatto di carciofi, per difendersi dai malanni di stagione.