Maltempo e freddo: a rischio 5mila clochard e i loro cani

"In Italia sono circa 5.000 i senza tetto con i cani al seguito che vivono prevalentemente nelle grandi città"

Dal presidente nazionale Aidaa Lorenzo Croce arriva l’appello a tutti i sindaci delle grandi città e dei comuni italiani affinché in queste giornate di freddo riservino una aliquota dei posti nei dormitori pubblici anche a clochard con cani a seguito, spesso respinti dai dormitori che non prevedono l’accesso per le ore notturne degli animali, frequentemente gli unici amici dei clochard. “In Italia sono circa 5.000 i senza tetto con i cani al seguito che vivono prevalentemente nelle grandi città e molti di loro vivono con cani anziani – spiega Lorenzo Croce, presidente di Aidaa – la cui vista spesso è in pericolo a causa del freddo di queste notti. Noi stiamo fornendo da circa 20 giorni a Milano cibo e coperte per i cani clochard, ma con questo freddo non basta“.