Maltempo Friuli: “Ok a commissario, risorse e semplificazione”

"Servirà nominare un commissario per la gestione dell'emergenza e, contestualmente, dovremo mettere mano al codice degli appalti. Di fronte a un evento eccezionale la normativa dovrà essere più innovativa"

“Servirà nominare un commissario per la gestione dell’emergenza e, contestualmente, dovremo mettere mano al codice degli appalti. Di fronte a un evento eccezionale la normativa dovrà essere più innovativa”. Lo ha detto il presidente della Commissione Agricoltura del Senato, Gianpaolo Vallardi, in visita oggi a Sappada (Udine) e nelle altre zone del Friuli colpite dal maltempo insieme con una rappresentanza delle commissioni agricoltura di Camera e Senato.

All’esito, è sritto in una nota della Regione, Vallardi ha assicurato che il Parlamento sarà impegnato a legiferare affinché vengano snellite le procedure per il rispristino dei luoghi. “Certamente saranno necessarie risorse aggiuntive rispetto a quelle messe a disposizione dal Governo e dovremo impegnarci a reperirle in tempi brevi, spalmandole nel corso di un anno”, ha aggiunto.

E’ importante che i rappresentanti delle commissioni abbiano avuto modo di verificare quali siano le condizioni del nostro territorio”. Lo ha affermato l’assessore regionale alle Risorse forestali del Friuli Venezia, Giulia Stefano Zannier, che, insieme con il Prefetto di Udine, Angelo Ciuni, e con alcuni sindaci della zona, ha accolto oggi in Municipio a Sappada (Udine) una rappresentanza delle commissioni Agricoltura di Camera e Senato, in visita in Friuli nei luoghi colpiti dal maltempo.

Rivolgendosi ai parlamentari, si legge in una nota, Zannier ha chiesto norme certe e veloci per il ripristino del territorio e la gestione del danno forestale e ha anche definito alla commissione le priorita’ degli interventi da compiere.

“I parlamentari – ha riferito Zannier – ci hanno dato rassicurazioni su celerità e operatività normativa che ci fanno ben sperare per il rispristino delle condizioni di normalità”. “E’ stato un incontro produttivo e di grande comprensione,” ha detto dal canto suo il Prefetto Ciuni. “Ora c’è un lavoro di grande pianificazione da fare”, ha poi concluso.