Maltempo Sicilia, il sindaco di Agrigento: “Sì alle agevolazioni nella finanziaria”

Gli emendamenti alla Finanziaria relativi alle agevolazioni per i comuni terremotati siano integrati prevedendo analoghi benefici anche in favore dei Comuni colpiti dal Maltempo in Sicilia

Gli emendamenti alla Finanziaria relativi alle agevolazioni per i comuni terremotati siano integrati prevedendo analoghi benefici anche in favore dei Comuni colpiti dal Maltempo in Sicilia.

E’ la proposta sostenuta, alla conta dei danni, dal sindaco di Agrigento Lillo Firetto, che lunedi’ 19 novembre alle 16 incontrera’ con altri sindaci il ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli nella Prefettura della Citta’ dei templi proprio per una rendicontazione dei danni subiti il 3 novembre. Il calcolo e’ ancora in corso e sta gia’ rivelando cifre consistenti rispetto alle prime sommarie valutazioni.

Le aree colpite si estendono ben oltre la foce del fiume Akragas. Alcune delle situazioni piu’ gravi sono ad esempio in via Favignana per il cedimento del costone roccioso, sul Lungomare Falcone-Borsellino per l’abbassamento della sede stradale, in via Crispi per un crollo, nella zona della Mosella al Villaggio Mose’.

La conta prosegue e in sostanza tutti i quartieri hanno subi’to danni. Firetto ha consegnato oggi a Roma al Comitato Direttivo dell’Anci un documento con cui chiede che l’Associazione nazionale dei Comuni italiani faccia propria la proposta di emendamento per estendere gli interventi destinati ai terremotati anche ai comuni colpiti dal Maltempo in Sicilia e in Veneto.