8 cose interessanti sull’albero di Natale: le origini, la storia e molto...

8 cose interessanti sull’albero di Natale: le origini, la storia e molto altro sul simbolo della festività più attesa dell’anno

La storia dell’albero di Natale risale molto probabilmente ad almeno due millenni fa: ecco come è nato e tante curiosità su quello che oggi è il simbolo del Natale per eccellenza

Considerato un must dalla stragrande maggioranza delle persone che festeggiano il Natale e che ogni anno scartano i regali insieme alle persone care, la storia dell’albero di Natale risale molto probabilmente ad almeno due millenni fa.

I cristiani non sono stati i primi ad adorare e decorare gli alberi di Natale. La tradizione è iniziata oltre 2.000 anni fa quando i pagani adoravano gli alberi sempreverdi come simbolo di fertilità”, ha spiegato Deemer Cass, esperto di decorazioni e alberi di Natale di un’azienda britannica, Fantastic Gardeners. Tra il 1500 e il 1600, le persone in Lettonia e in altri Paesi dell’Est Europa hanno iniziato a decorare gli alberi di Natale e successivamente i tedeschi hanno adottato questa tradizione, secondo Cass. “È stato il Principe Alberto, marito della Regina Vittoria, a portare la tradizione in Inghilterra negli anni del 1840. Dopo la foto della Famiglia Reale con un albero di Natale addobbato, la tradizione si è diffusa tra i cittadini e successivamente è arrivata in America”, ha aggiunto Cass.

La lunga storia dell’albero di Natale porta con sé una serie di cose interessanti da sapere sull’elemento simbolo della festività più attesa dell’anno. Ecco 8 cose che probabilmente non sapevi sull’albero di Natale.

1. L’abete Nordmann è considerato il “capo” degli alberi di Natale

LaPresse/Reuters

L’abete Nordmann è stata una scelta popolare in Europa per diversi anni per quanto riguarda l’albero di Natale e ora sta prendendo slancio anche negli USA. “È preferito tra gli altri sempreverdi grazie alla sua eccellente conservazione degli aghi e alla loro morbidezza”, spiega Cass. L’albero non ha il solito profumo degli alberi di Natale, il che lo rende ideale per coloro che non tollerano la fragranza.

2. Gli alberi di Natale possono ospitare migliaia di insetti

Quando si porta a casa un albero di Natale vero, bisogna essere estremamente coscienti che insieme ad esso stanno arrivando molte creature indesiderate. “Gli alberi di Natale ospitano molti insetti e microrganismi, quindi quando ne portate uno a casa, assicurarsi di scuoterlo attentamente prima di farlo entrare in casa”, ha aggiunto Cass.

3. La decorazione degli alberi di Natale è iniziata con Martin Lutero

Martin Lutero, il protestante del XVI secolo, è considerato come la prima persona ad aver aggiunto delle candele ad un albero. Mentre tornava a casa in una notte d’inverno, fu affascinato dalla luminosità delle stelle che brillavano tra i sempreverdi, secondo History.com. Ricreò tale vista per la sua famiglia erigendo un albero nella sala principale della casa e adornò i rami con delle candele accese. “Lutero ha suggerito di porre delle candele sui rami, che è poi diventata una pratica abbastanza popolare fino all’invenzione delle lucine elettriche”, ha spiegato Cass. L’idea di mettere luci elettriche sugli alberi di Natale venne in mente ad Edward Johnson, assistente di Thomas Edison, nel 1882, secondo l’University of Illinois.

4. Un tempo gli alberi di Natale erano appesi a testa in giù

La tradizione di appendere un albero di Natale a testa in giù dal soffitto è antica ed è nata nell’Europa centrale ed orientale. Gli alberi di Natale appesi al contrario erano molto comuni in numerosi gruppi slavi. “Esiste una certa confusione su come e perché sia nata questa tradizione”, ha commentato Cass.

5. Gli alberi di Natale artificiali sono nati in Germania

Nel corso del XIX secolo, gli alberi artificiali sono stati sviluppati in Germania e poi sono diventati popolari anche negli Stati Uniti, secondo l’University of Illinois. Sono stati costruiti utilizzando piume d’oca tinte di verde che venivano applicate ai rami. I rami venivano poi avvolti intorno ad un’asta centrale che fungeva da tronco dell’albero.

6. Un albero di Natale impiega 7 anni per raggiungere la sua altezza

La tipica altezza di un albero di Natale è di circa 1,8-2,1 metri, secondo la National Christmas Tree Association. Servono minimo 4 anni per aggiungere queste altezza, ma il tempo medio è di 7 anni.

7. Molte persone riciclano i loro alberi di Natale veri

Gli USA hanno oltre 4.000 programmi di riciclo per gli alberi di Natale, che vengono usati per produrre barriere contro l’erosione del suolo oppure vengono posti in stagni e laghetti per dare riparo ai pesci.

8. Gli USA hanno quasi 1.500 rivenditori di alberi di Natale

Oltre 100.000 persone hanno un’occupazione nell’industria della produzione di alberi di Natale, secondo la National Christmas Tree Association.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...